Keystone / EPA
ITALIA
12.06.2017 - 11:000

«L'antidroga indaghi sul concerto di Vasco Rossi»

Secondo il senatore Carlo Giovanardi il maxi evento di Modena potrebbe richiamare «spacciatori da tutta Italia»

ROMA - Manca sempre meno al mega concerto di Vasco Rossi a Modena, e c'è chi è preoccupato dalle conseguenze di un evento di tale portata. Uno di essi è sicuramente il senatore di Idea Carlo Giovanardi. «L'aereo del concerto di Vasco Rossi è già decollato, il vero problema è di farlo atterrare in sicurezza con i suoi duecentoventimila passeggeri ed una intera città che si troverà a fronteggiare l'arrivo, la permanenza e il deflusso nella notte di un numero cosi eccezionalmente alto di spettatori».

Noto per le sue opinioni sulle tematiche di droga, Giovanardi sostiene che sia «necessario pertanto, anche alla luce di quanto accaduto a Torino, che vengano prese misure radicali e straordinarie, con attività investigativa preventiva da qui al primo luglio, per impedire l'arrivo a Modena da tutta Italia di spacciatori e successivamente la presenza capillare dei reparti antidroga dei caschi verdi della finanza e dei Carabinieri che impediscano, anche con l'aiuto di unità cinofile, l'entrata di droga nell'area interessata dal concerto. Altrettanta attenzione va riservata alla proibizione dell'uso di alcol, non soltanto impedendone l'entrata nell'area del concerto, ma anche impedendone la vendita da asporto in tutto il territorio comunale per quella giornata».

Potrebbe interessarti anche
Tags
concerto
vasco
vasco rossi
rossi
modena
droga
giovanardi
concerto vasco
concerto vasco rossi
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-19 02:08:39 | 91.208.130.86