SEGNALACI mobile report
focus
PROGETTIAMO.CH
11.01.2018 - 14:320

L’acqua come amica dei bambini

Una campagna di prevenzione ed educazione dei bambini sui pericoli legati all’acqua della Società Svizzera di Salvataggio

 

La Società Svizzera di Salvataggio (SSS) è la più grande organizzazione in Svizzera per tutte le questioni che riguardano la sicurezza attorno all'acqua, in acqua e sull’acqua. In Svizzera, l'annegamento è la seconda causa di morte accidentale tra i bambini. Ogni estate, il numero impressionante di incidenti acquatici ricorda la necessità di una campagna che spieghi ai bambini e ai loro parenti come comportarsi in modo sicuro vicino, sopra o in acqua. Nel 2006 la SSS ha lanciato una campagna di prevenzione dal titolo "Acqua, amica mia", con lo scopo di insegnare ai bambini dai 4 ai 6 anni i giusti comportamenti da adottare vicino, sopra o in acqua. I bambini (e indirettamente i loro genitori e parenti) scoprono in modo ludico, con parole e immagini adeguate il comportamento corretto da adottare nell'ambiente acquatico. I volontari di salvataggio seguono una formazione di una giornata per diventare ambasciatori dell’acqua ed essere poi in grado di visitare una scuola dell’infanzia che desidera proporre la lezione ai propri allievi. L’ambasciatore trascorrerà quindi una mattinata con i bambini affinché gli obiettivi di sicurezza siano trasmessi e assimilati dai bambini. Grazie alla campagna, in Ticino nel 2017 è stato possibile sensibilizzare oltre 2'500 bambini, grazie al lavoro di 24 volontari che hanno effettuato 130 visite a scuole dell’infanzia.

Per il 2018 la sezione ticinese della Società Svizzera di Salvataggio ha deciso di lanciare una raccolta fondi sulla piattaforma di crowdfunding progettiamo.ch per rendere più facilmente accessibile dal punto di vista finanziario le giornate di formazione per le scuole che decidono di proporle, riducendo così il costo che una scuola deve pagare. I costi del progetto sono sostenuti in larga parte dalla SSS e dalle donazioni e sponsorizzazioni che riceve, mentre le scuole pagano una quota parte che si vorrebbe contenere grazie alla raccolta fondi. Allo stato attuale l'obiettivo di raccolta fondi proposto permette di pianificare 150 visite a scuole sparse in tutto il Ticino.

Per saperne di più sul progetto e per sostenerlo è sufficiente cliccare qui.

Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-20 06:08:00 | 91.208.130.86