SEGNALACI mobile report
focus
MUSEO VINCENZO VELA
08.05.2017 - 06:000

Lawrence Carroll tra pittura, scultura e installazione

«I have longed to move away», «ho desiderato ardentemente di allontanarmi»

S’intitola così, come una poesia di Dylan Thomas, la mostra di Lawrence Carroll che si inaugura domenica 14 maggio alle 11 al Museo Vincenzo Vela. Si tratta della prima esposizione monografica dedicata da un museo svizzero a Carroll. Il titolo fa riferimento proprio alla sua vita, scandita da molti spostamenti, cambiamenti di domicilio, viaggi e alla sua inclinazione verso una ricerca introspettiva.

Nato in Australia ma trasferitosi in California e poi a New York dal 1984, Carroll è un esponente di spicco dell’arte contemporanea. Nelle sue opere, la pittura è lenta stratificazione di colore, di materiali e di oggetti (al Museo ci sarà anche un paio di scarpe!), in cui la superficie del quadro emerge, si apre all’ambiente, rendendo labili i confini tra i linguaggi di pittura, scultura e installazione. Proprio per questo motivo, le sue opere, pur lontane nel tempo e nel contesto, si accostano in dialogo con quelle di Vincenzo Vela. Per i visitatori attenti, sarà facile cogliere le affinità tra i due: le grandi tele tagliate e ricucite di Carroll e i monumentali gessi di Vela, le tele ricoperte di polveri e cera, quasi palpabili, di Carroll e la superficie permeabile delle sculture di Vela…

Attraverso questo dialogo a distanza, si snoda la mostra “I have longed to move away”, allestita come una sorta di autobiografia, con una sessantina di opere selezionate dagli esordi fino ai nostri giorni, alcune delle quali realizzate da Carroll mentre era in residenza al Museo. Sono lavori di grandezza monumentale ma anche dipinti minuti, dall’energia concentrata. Il percorso è accompagnato dalle parole dell’artista, raccolte in una agile guida alle sale.

Domenica 14 maggio, ore 11.00

Inaugurazione della mostra “I have longed to move away. Lawrence Carroll, Opere/Works 1985-2017” alla presenza dell’artista

Interverranno la curatrice Gianna A. Mina e la storica dell’arte Lara Conte

Intermezzi musicali eseguiti dal sassofonista Alan Rusconi

Potrebbe interessarti anche ... (beta)
Tags
carroll
museo
lawrence
pittura
vela
opere
lawrence carroll
to
have
scultura
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-17 14:08:54 | 91.208.130.87