SEGNALACI mobile report
focus
GAMES
18.02.2016 - 08:000

Asus GX700: un mostro dal sangue freddo

Super potente e con un modulo di raffreddamento a liquido l'ultima macchina dell'azienda di Taipei è decisamente fuori dagli schermi.

 

Chi ama i videogame lo sa, per giocare non c'è niente di meglio di un computer. Il motivo? Oltre a essere maggiormente personalizzabili e ad avere accesso un catalogo vastissimo (quasi tutto digitale e a prezzi vantaggiosi) possono arrivare a picchi di potenza nettamente superiori a quelli di una console. Quali i contro? Il prezzo e la dedizione certosina necessaria per l'assemblaggio: un pc da gioco che si rispetti è un insieme di pezzi che deve stare assieme senza... scoppiare!

Potenza compatta - Ad aiutare le aspirazioni di chi vuole provare a giocare duro senza impazzire arriva Asus con un compatto portatile dalla potenza straripante il GX700, zeppo di ogni ben di Dio e con un modulo (rimuovibile) di raffreddamento. Oltre al processore Intel K-SKU e una potentissima scheda grafica Nvidia GeForce GTX 980 (proprio come quella che si monta sui computer desktop) presenta un display Ultra-HD da 17,3 pollici.

Raffreddamento a liquido - L'imponente impianto a liquido permette di mantenere la macchina a una temperatura accettabile anche in caso di sessioni prolungate e, soprattutto, di overclockare il processore(ovverosia forzarlo aumentando il carico di lavoro e quindi la resa) anche fino al 148%. Le ventole, presenti sul retro, non sono nemmeno particolarmente rumorose. Se avete una Playstation 4 o una Xbox One non aspettatevi molto più rumore.

Lara approved - Per testarlo abbiamo scelto “The Rise of the Tomb Raider”, gentilmente fornitoci da Koch Media, titolo particolarmente gustoso per quanto riguarda l'aspetto grafico. Il risultato non ci ha affatto delusi con una resa da mascella spalancata (provare per credere) anche durante i momenti più concitati e zeppi di effetti speciali e di particolato. Particolarmente impressionanti i filmati elaborati in tempo reale, di una bellezza paragonabile alle produzioni cinematografiche in Cgi.

Ha anche qualche contro - Unici nei evidenziati l'ingombro di tutto l'ambaradan (portatile resta poco più di un eufemismo, anche perché pure il trasformatore è massiccio) e una scheda wireless non particolarmente performante. Per scaricare la vostra libreria giochi, quindi, meglio andare di cavo. Anche il mouse in dotazione non è gran cosa ma i veri pro, ovviamente, hanno solitamente i loro.

Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-16 22:38:22 | 91.208.130.86