GIUBIASCO
14.11.2017 - 08:190

itSMF, la parola agli esperti ed ai protagonisti dell’IT Service Management

La prima tavola rotonda è una novità importante in ambito IT che ha ottenuto ottimi riscontri

 

GIUBIASCO – Si è tenuto lo scorso 12 settembre nella splendida cornice dell’Hotel la Tureta di Giubiasco la prima tavola rotonda sul tema IT Governance ed IT Service Management in Ticino, una novità importante in ambito IT che ha ottenuto ottimi riscontri.

Moderatore dell’evento il responsabile per la svizzera italiana di itSMF e membro del comitato svizzero, Andrea Cherubini. «In questo percorso iniziale sul territorio abbiamo cercato anche qualcosa di diverso a livello di location», racconta, «l’idea di un punto di incontro territorialmente centrale sì, ma che fosse in grado di dare lustro al sopraceneri ci “intrigava” molto, anche per premiare l’appartenenza territoriale di eccellenze aziendali che hanno sin dall’inizio aderito con molto interesse ed entusiasmo alla nostra iniziativa».

Diverse aziende radicate sul territorio, e anche di respiro internazionale, si sono trovate attorno al tavolo tecnico per parlare di governance, processi e qualità dei servizi IT attraverso un confronto molto diretto: cura ed ospedaliero, farmaceutico, comunicazione e contenuti digitali, formazione, hanno mostrato interesse a confrontarsi e ad essere confrontati. «C’è oggettivamente soddisfazione, non ci aspettavamo per questo primo evento di raggiungere il quorum minimo di presenze con facilità, sia perché il tema della governance è inevitabilmente considerato di nicchia, sia perché la gestione di una tavola rotonda su questi temi è una novità».

La qualità dell’evento, dai contenuti all’organizzazione all’intrattenimento, è stata molto apprezzata dai partecipanti i quali si sono adoperati a dare un loro riscontro, con giudizi molto alti, nel successivo sondaggio di valutazione in un numero statisticamente importante in rapporto all’afflusso.

L’organizzazione ha proposto due temi come leit motiv: “l’importanza strategica del Service Catalogue” e la “gestione dell’incident management nell’era DevOps”, ai quali i partecipanti potevano contribuire a proprio piacimento, dando la facoltà a sua volta ad ogni azienda partecipante di portare un proprio tema a lei caro e di impostare il tipo di feedback dagli altri membri come aspettativa. Questo ha funzionato molto bene creando quell’ambiente di coinvolgimento attivo da cui sono emersi interessanti spunti di confronto: il fatto di aver sforato i tempi della scaletta va letto indubbiamente come un ottimo indicatore.

Ma itSMF non vuole assolutamente indossare il marchio di movimento IT “elitario” tanto meno ricercato, piuttosto adoperarsi con impegno e senso pratico ad “esportare” la consapevolezza all’intero comparto IT territoriale a tutti i livelli, con un occhio molto attento al management aziendale con il quale l’IT deve confrontarsi, allinearsi e quindi parlare sempre più la stessa lingua. Questo concetto vale per ogni azienda di ogni dimensione e settore merceologico.

C’è bisogno di IT governance ovunque, per evitare al mondo IT e quello di business di correre su binari paralleli con diverse velocità. Solo con l’intersezione il business può essere trascinato nel digitale attraverso l’IT; la governance ed itSMF sono qui per questo.

Insomma tempo per conquistare e coinvolgere anche gli indecisi e gli iniziali resistenti alle novità c’è tutto. Unico grande assente iniziale il settore bancario, in parte scusato perché ancora impegnato in una fase delicata di riassetto con molte pressioni interne ed esterne. «A dire il vero», spiega Cherubini, «eravamo in contatto con un istituto che solo all’ultimo ha optato per non presenziare. Se questo evento è riuscito molto bene un grazie va in particolare ad Ated, associazione con la quale vediamo un futuro ricco di successi e di collaborazioni».

Nello stesso periodo si è tenuta a Berna la riunione annuale di comitato itSMF che ha rinnovato la collaborazione con Ated, dato maggior peso e slancio alla figura locale ed all’importanza, in seno al comitato, del nostro territorio. Dopo un periodo di appannamento dovuto vieppiù alla perdita di interesse verso la tematica poiché nel corso degli anni non più trendy, come spesso accade nel mondo in costante fermento dell’IT, l’associazione ha tutta la voglia di rilanciarsi con forza e slancio nel territorio svizzero come in Ticino, facendo leva proprio sulla consolidata maturità delle tematiche.

Per questo motivo le attività principali in questa parte finale dell’anno si prendono una pausa rigenerativa per dare spazio al restyling totale del sito e del concetto di comunicazione per essere attualizzato, in questo contesto si colloca il rilancio a livello di marketing e di partenariato.

Il prossimo evento si terrà nei primi mesi del 2018, vi aspettiamo numerosi e vi auguriamo con anticipo una buona fine d’anno!

Il comitato itSMF per la svizzera italiana, Andrea Cherubini (link alla mia mail [email protected])

Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2017-11-19 20:55:11 | 91.208.130.87