SEGNALACI mobile report
focus
MANNO
07.12.2016 - 13:050

Il mio primo drone

Un corso che coinvolge ragazzi e genitori nella costruzione di un drone professionale con l’aiuto di mentor di Ated4Kids

 

MANNO - Progettare, costruire e pilotare un drone. Se volete saperne di più, occorre poca conoscenza tecnica, un po’ di curiosità e molta voglia di imparare a utilizzare in modo efficace e sicuro uno degli emblemi della tecnologia per tutti. Basta partecipare alla serata informativa che si terrà martedì 13 dicembre 2016 alle 18.30 presso la sala Primavera al SUPSI DTI a Manno, dove si parlerà di Il mio primo done, la risposta di Ated a questa tendenza. Pensata per i ragazzi dagli otto ai 15 anni.

Il drone, la definizione del quale è “velivolo radiocomandato con pilota remoto”, è destinato a riempire i nostri cieli e a caratterizzare molti servizi di cui disporremo (eCommerce, informazione, sicurezza privata) e anche il nostro tempo libero. Insomma, l’alfabetizzazione informatica di oggi passa anche dal saperli maneggiare. I primi esempi di velivoli del genere risalgono addirittura alla prima guerra mondiale, per decenni sono stati sviluppati soltanto in ambito militare: solo negli ultimi anni i droni sono stati utilizzati in modo esponenziale nel settore civile, ma hanno dimostrato un’applicazione straordinaria in agricoltura, architettura e ingegneria, geologia, pubblicità, situazioni di emergenza, sport. Si ipotizza che nel futuro saranno sempre più richieste figure professionali in grado di utilizzarli e gestirli. Scenario che non può non interessare le nuove generazioni e i loro genitori.

Ated ha pensato quindi a un corso di 14 lezioni pratiche, le ultime due delle quali saranno grandi manovre aeree per un tentativo clamoroso: battere il Guiness Mondiale di volo di droni in contemporanea (ce ne vorranno almeno 70-80). Il programma prevede la consegna del materiale, l’inizio dell’assemblaggio delle parti del drone, tecniche ed elettroniche, introduzione alle leggi del volo, l’installazione dei software e loro configurazione e poi una bella serie di prove, prima al simulatore e poi sul campo. Il drone scelto per questo progetto è il DJI F450 ARF kit con motori, ESC, eliche originali + NAZA-M Lite GPS + carrello, che verrà assemblato passo passo fino ad essere pronto al volo. È inclusa la radio Futaba T 6K, con batteria inclusa.

Il corso inizierà alla fine di gennaio 2017 per terminare alla fine di settembre 2017 e si terrà al Supsi o all’Usi. Il costo del kit è di 500 CHF (prezzo di listino CHF 650), che corrisponde di fatto al drone che poi verrà lasciato al ragazzo. Il corso invece è gratuito, e sarà tenuto dai mentor di Ated4Kids. Tutto l’intero processo e tutte le nozioni sono pensate per coinvolgere anche i genitori, che così scopriranno insieme ai figli il mondo dei droni e parteciperanno ai loro progressi, diventando coprotagonisti di un mezzo che richiede anche delle responsabilità. Comprese e rispettate quest’ultime, c’è spazio per il divertimento, anche sui social: YouTube ad esempio è ricco di riprese aeree emozionanti, di gran parte delle grandi città del mondo e dei paesaggi monumentali. Il drone, fra i molti effetti disruptive, ha stravolto il mondo dei videoamatori e dei documentari.

Qui è possibile iscriversi: termine ultimo dell’iscrizione 19 dicembre. C’è anche una pagina Facebook dove sarà possibile seguire passo passo il corso e dove gli iscritti potranno mostrare il risultato “volante” delle lezioni e saranno comunicate di volta in volta informazioni, ad esempio, sui luoghi all’aperto dove si sperimenteranno le manovre di decollo, volo ed atterraggio. Aspettando col naso all’insù il giorno del tentativo di record.

 SERATA INFORMATIVA - MARTEDÌ 13 DICEMBRE 2016 PRESSO SUPSI DTI

Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2017-12-15 05:40:25 | 91.208.130.87