SEGNALACI mobile report
focus
IL CASO
13.11.2017 - 15:460

Cani soli in casa, come prepararli

Uscire e lasciare Fido non è mai facile, ecco alcuni pratici consigli

 

Lo facciamo sempre a malincuore, ma lasciare il cane da solo a casa è spesso inevitabile. La reazione di Fido al momentaneo abbandono da parte del proprio padrone può essere davvero imprevedibile: ecco come limitare la sua sofferenza (un cane non è mai contento di restare da solo). In primis è bene ricordare che bisogna fare di tutto per limitare le ore di solitudine del cane: organizzatevi con gli altri membri della famiglia o con il dog-sitter per fare in modo da ridurre al minimo possibile il tempo che Fido trascorre da solo a casa.

In secondo luogo, abituate il cane sin da cucciolo in maniera graduale alla solitudine. Iniziate tenendolo da solo in una stanza per 5 minuti, poi passate a 10 e così via aumentate l’intervallo tra una vostra apparizione e l’altra. E attenzione, quando tornate da lui non abbiate troppe premure, di modo che Fido si abitui alla vostra assenza come ad una cosa normale. Altro fattore utile è l’abitudine: se dovete assentarvi, fatelo più o meno sempre agli stessi orari e con le stesse modalità, ciò aiuterà il cane ad abituarsi e a sopportare meglio il distacco.

Infine indicate all’animale delle attività alternative quando non siete in casa: potete puntare sui giochi masticabili, che però in un primo momento devono essere forniti in presenza del padrone, in modo tale che Fido non li percepisca come un segnale del suo prossimo addio.     

 

Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2017-11-24 15:49:02 | 91.208.130.87