SEGNALACI mobile report
focus
IL CONSIGLIO
09.10.2017 - 15:000

Come scegliere l’animale giusto per un bambino

Piccoli suggerimenti per donare ai figli la giusta compagnia

 

La maggioranza di psicologi, pediatri e specialisti dell’infanzia concorda nell’affermare che la presenza di un animale domestico rappresenti un’opportunità di crescita e di arricchimento per qualunque bambino: vivere con un animale, infatti, aiuta i piccoli a imparare il rispetto, l’impegno, la responsabilità e aumenta la loro autostima.

Come scegliere, però, l’animale più adatto per i propri figli? Partiamo da considerazioni basilari, come l’ambiente in cui si vive e le risorse economiche che si hanno a disposizione: in una casa piccola non si potrà ospitare un animale troppo grande. L’altra distinzione che bisogna fare è quella tra animali “da contatto” e quelli “da contemplazione”. Cani, gatti e conigli sono esseri viventi con cui - con le dovute attenzioni - i bambini possono instaurare un rapporto fisico, fatto di carezze e abbracci, e a cui è sicuramente più facile affezionarsi.

Altri animali, come uccellini o pesci d’acquario, possono invece servire per aiutare a risolvere specifici problemi del bambino: osservare un acquario può aiutare i bambini iperattivi a concentrarsi e a conoscere meglio la natura. È fondamentale, infine, ricordare che fino ai 12 anni i bambini non sono in grado di occuparsi autonomamente di un animale domestico: scegliete dunque un animale a cui voi, adulti e genitori, siate in grado di dedicare tempo.  

 

Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-20 18:07:52 | 91.208.130.87