TEST DRIVE
15.12.2017 - 06:000

Opel Mokka: la ‘X’ che fa la differenza

È stato uno dei primi SUV compatti ad essere approdato sui nostri mercati. Molte le novità di questo aggiornamento, tra cui la possibilità di abbinare il cambio automatico alla trazione integrale.

Il successo di un vettura destinata alle masse si può misurare soprattutto con un numero: quello relativo alle vendite. Nel caso della Mokka questa cifra corrisponde in 600’000 unità distribuite in tutta Europa dalla fine del 2012. Il piccolo SUV di casa Opel ha quindi centrato l’obiettivo ed è stato ora sottoposto all’aggiornamento di prammatica, benché il concetto di base sia sempre ancora attualissimo.

Si comincia con il design di maggiore impatto, rivisitato in particolare nel frontale caratterizzato dalla nuova calandra alare e dai gruppi ottici a LED. Tutto molto più in linea con il nuovo e gradevole corso stilistico di Opel. Lo stesso  vale anche per l’abitacolo che è stato razionalizzato. La plancia ha ora uno sviluppo orizzontale e sono spariti i numerosi interruttori presenti in precedenza. Molte delle funzioni si gestiscono infatti tramite lo schermo tattile del sistema di intrattenimento e navigazione che arriva ad una grandezza di 8 pollici ed include tutto ciò che già conosciamo dalle Opel più grandi, come per esempio l’integrazione per lo smartphone, la funzione hotspot o ancora i servizi OnStar. Nonostante i soli 4,28 metri di lunghezza lo spazio per i passeggeri posteriori non è sacrificato, e il bagagliaio seppur non sovradimensionato (356 litri) è ben sfruttabile.


A bordo si sale con agio e si viene subito catturati ad una bella sensazione di visibilità grazie all’ampio parabrezza, mentre la qualità costruttiva è appagante in quanto generalmente curata, pur non dimenticandoci che parliamo di una vettura anche attenta al contenimento dei costi. In movimento il motore dell’esemplare in prova (un 1.6 CDTI da 136 cavalli abbinato a trazione integrale e cambio manuale) ci è piaciuto sin da subito per la silenziosità e per l’assenza di vibrazioni. Si tratta di un propulsore che, una volta superato il ‘buco’ iniziale ai bassi regimi, soddisfa con delle prestazioni brillanti ed un consumo contenuto (6 l/100 km la media effettiva registrata) che di riflesso rende interessante pure l’autonomia, solitamente non molto elevata su vetture così compatte. Interessante pure la rapportatura del cambio, con una prima particolarmente corta per agevolarla nel fuoristrada leggero - terreno in cui peraltro se la cava abbastanza bene grazie ad una trazione integrale efficace - e una sesta lunga per tagliare i consumi in autostrada, sebbene qualche volta sia necessario scalare rapporto per riprendere velocità. Ben messo a punto l’assetto, con un comportamento sicuro anche nelle curve più veloci ed un avantreno preciso, il quale cede con rassicurante progressività verso un’eventuale sottosterzo. Buoni gli spazi d’arresto.

L’aggiornamento che la trasformata da Mokka a Mokka X (la lettera aggiuntiva identifica i SUV e i Crossover del costruttore di Rüsselhseim) sembra quasi un salto generazionale. Sicuramente un buon auspicio per proseguire il successo nonostante la concorrenza sia diventata più numerosa e più agguerrita.

 

SCHEDA TECNICA

Modello, versione Opel Mokka X 1.6 CDTI 4x4 Excellence
Motore 4 cilindri turbodiesel, 1.6 litri, 136 cv, 320 Nm
Trasmissione Cambio manuale a 6 rapporti, trazione integrale
Massa a vuoto 1'355 kg
Accelerazione 0-100 km/h 10,3 secondi
Velocità massima 187 km/h
Consumo medio 4,5 l/100 km (omologato)
Prezzo 32'500 CHF
Potrebbe interessarti anche
Tags
mokka
opel
cambio
trazione integrale
km
trazione
opel mokka
suv
aggiornamento
ULTIME NOTIZIE Motori
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-21 17:35:20 | 91.208.130.87