ANTEPRIMA
26.09.2017 - 06:000

Presentato il T-ROC, SUV estroverso firmato Volkswagen

In occasione del recente salone dell’auto di Francoforte, il T-ROC è stato uno dei protagonisti assoluti. Lo abbiamo guardato da vicino.

Nell’impressionante infornata di nuove Suv/crossover di taglia compatta apparse in questa seconda metà del 2017, la proposta del colosso Volkswagen è destinata ad un ruolo di sicura protagonista, per almeno due buone ragioni al di là della fortissima risonanza data dal marchio: si distingue per il design fresco, sportiveggiante e particolarmente distintivo pur senza abbandonare il “sapore” di Casa VW, mentre sul piano dei contenuti costituisce una riuscita alternativa alla “cugina” Q2 firmata Audi – sotto la pelle, la stessa vettura – senza pressoché alcuna rinuncia sul piano di equipaggiamenti e motorizzazioni. Per vederla sulle strade l’attesa è pressoché finita, con il lancio commerciale che sarà avviato già nell’autunno ormai alle porte.

La vettura è costruita sulla base del pianale modulare MQB e conserva dimensioni compatte, nel pieno della categoria: misura 4,23 metri in lunghezza (4,19 m per la Q2) per 1,82 m di larghezza, con passo sempre a quota 2,60 m e sviluppo in altezza contenuto anche per sottolineare l’aspetto particolarmente dinamico e “piantato” a terra dell’auto, come sottolineano pure i passaruota scolpiti dalle nervature e dal compatto montante posteriore del tetto, con lunotto piuttosto inclinato. A richiesta, la verniciatura bicolore – che fa parte di un nutrito programma di personalizzazione – aggiunge ulteriore carattere al look d’insieme.

L'abitacolo presenta un design altrettanto attuale, seppur sempre nel filone dello stile Volkswagen: predominano razionalità e linearità nel disegno dell'arredo, che non rinuncia alla consueta plancia a sviluppo orizzontale dalla forte razionalità. Caratteristica però, anche qui, la possibilità di coordinare la tinta della fascia centrale a quella della carrozzeria. Classica la disposizione di schermi e comandi, con display principale di navigazione/infotainment dotato di funzionalità touch (8”, capacitivo, superficie in vetro) e sensore di prossimità ottimamente integrato al centro, insieme ai consueti controlli della climatizzazione di fronte alla leva del cambio. Presenti tutte le interfacce con smartphone personale (MirrorLink, Android Auto, Apple CarPlay), nonché possibilità della piattaforma per ricarica induttiva. Quanto al cruscotto, l'elemento può essere del tipo integralmente digitale (Active Info Display) a sviluppo orizzontale (con diagonale da 11,7”) con possibilità di proiezione a visualizzazione piena della mappa di navigazione. L'abitabilità appare altrettanto curata, con un vano di carico in grado di assicurare una cubatura minima pari a 445 litri ampliabile sino a 1290 litri; il divano è frazionato nelle consuete proporzioni 40:60.

Sul piano delle motorizzazioni, la T-Roc adotta le più diffuse unità del Gruppo VW, con alimentazione unicamente sovralimentata. Al momento del lancio, a benzina dovrebbero essere già disponibili due unità TSI, il 1.0 nella versione da 115 cv e 200 Nm e il 1.5 capace di 150 cv e 250 Nm; in questo caso equipaggiabile anche con cambio automatico DSG a sette rapporti e trazione integrale 4Motion. I diesel sono costituiti dalle unità 1.6 e 2.0, il primo con potenza di 115 cv-250 Nm, il secondo nelle varianti 150 cv-340 Nm oppure 190 cv-400 Nm; entrambi combinabili con trasmissione doppia frizione e trazione sulle quattro ruote.

A proposito della soluzione 4x4, sulla T-Roc il sistema 4Motion con consueta ripartizione automatica della coppia verso l'asse posteriore tramite frizione a lamelle a gestione elettronica adotta di serie l'Active Control con selezione del profilo di guida: include due profili per la guida stradale, Street e Snow, oltre a due programmi per la marcia su fondi a scarsa aderenza, Offroad automatico e Offroad Individual con settaggio personalizzabile dei vari parametri. Sempre sul piano tecnico, sono disponibili le sospensioni a regolazione adattiva DCC, insieme agli svariati sistemi di ausilio alla guida inclusi frenata anticollisione multipla con riconoscimento pedoni e cruise control adattivo ACC, funzionante anche in caso di sosta momentanea (funzione di marcia in colonna) in presenza del cambio automatico; l'ausilio al parcheggio (Park Assist) include la funzione di frenata automatica in caso di manovra.

Potrebbe interessarti anche ... (beta)
Tags
nm
t-roc
piano
volkswagen
suv
cambio
unità
sviluppo
possibilità
auto
ULTIME NEWS Motori
Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2017-12-13 00:54:51 | 91.208.130.86