PRIME IMPRESSIONI
17.06.2017 - 01:470

BMW Serie 5 Touring - Bagagli in Business Class

La Touring è un tassello fondamentale per completare la Serie 5, che ci ha già colpito per i contenuti innovativi racchiusi da un'evoluzione stilistica molto discreta.

In molti Paesi, nonostante mode ed evoluzioni, la variante di carrozzeria station wagon resta un elemento di notevole importanza per la riuscita del modello: certamente lo è in Europa, dove la Touring della ‘freschissima’ Serie 5 traguarda le attese per divenire realtà. Le dimensioni sono invariate rispetto alla berlina, con lunghezza imponente – 4,94 metri – che si sposa al meglio con la ricerca BMW per linee comunque tese ed equilibrate, in sintonia con la sua filosofia costruttiva. La missione è certamente riuscita: l’auto spicca per armonia, eleganza e dinamismo, suggerendo l’ambita dimensione di lusso della marca con un look vistoso ma tutt’altro che eccessivo.

Touring sì, ma pratica. La grande wagon bavarese segna ‘punti’ favorevoli sotto il profilo della versatilità d’impiego, che non mostra alcun tratto di incertezza nonostante l’attenzione maniacale alle forme filanti. Il portellone posteriore adotta un lunotto inclinato, ma la cubatura del vano di carico è quella che ci si aspetta con ingombri di questa portata: il volume utile, racchiuso da finiture di alto livello, spazia da 570 a 1700 litri. Comodi, inoltre, l’apertura automatizzata del portellone (anche con movimento del piede sotto il paraurti) e la presenza del lunotto anch’esso apribile in maniera indipendente; non indispensabile, ma quando c’è si finisce per usarlo. Lo spazio a bordo è quello della berlina e garantisce una libertà di movimento di alto profilo su entrambe le file di sedili; dietro, in realtà, come spesso accade l’accoglienza è ideale per due, anche perché il divano è frazionato in tre elementi indipendenti (40:20:40) ed il centrale risulta meno confortevole. Davanti, la sistemazione per il conducente è ‘sontuosa’, specie con i sedili a regolazione elettrica e registro aggiuntivo per variare profondità della seduta e inclinazione della parte alta dello schienale. Si guida tendenzialmente un po’ distesi, ma in realtà ogni postura è perfettamente adattabile.

L’arredo, come molto altro della vettura, è influenzato dalla notevole personalizzazione offerta dalla Casa. L’ambiente è in ogni caso ricercato e particolarmente accogliente, di impronta moderna e tecnologica; a centro plancia spicca il nuovo schermo a sfioramento, 10.2” comandabile anche con il consueto controllo a manopola (iDrive) di fianco alla leva del cambio. I comandi gestuali, disponibili, richiedono tuttavia una certa assuefazione per l’uso corretto e in definitiva paiono un po’ acerbi, nonostante siano indicati da molte fonti come il futuro dell’interfaccia uomo-automobile. Comodo invece il proiettore supplementare di informazioni sul parabrezza (head-up display), ulteriormente ingrandito ed arricchito.

Come per il ‘vestito’ di interni e carrozzeria, anche la guida della Serie 5 Touring è adattabile alle esigenze e al portafogli del cliente, spaziando da “semplicemente” confortevole e discretamente dinamica a quella improntata alla forte caratura sportiva. Di serie ci sono sospensioni posteriori autolivellanti ed un buon corredo di ausili alla guida, ma per completezza d’insieme sono pressoché irrinunciabili le sospensioni adattive, complete di modalità automatica che varia durezza dell’assetto in funzione di ritmo di guida e impegno in curva, così come il pacchetto Driving Assistant Plus. Che comprende regolatore di velocità adattivo con intervento semiautomatico sulla sterzata per mantenere traiettorie precise senza distrazioni, in special modo lungo le corsie delle strade a scorrimento veloce.

Tra le svariate motorizzazioni, spiccano gli ‘irrinunciabili’ sei cilindri in linea, con al vertice l’unità sovralimentata a benzina da 340 cv della 540i che incanta per dolcezza, versatilità e spinta a tutto campo (da 0 a 100 km/h in 5,1 secondi, punta massima 250 km/h autolimitati); a gasolio, il “sei in linea” di tre litri della 530d permette buona autonomia (4,7 l/100 km) restando pur sempre molto brillante (0-100 km/h in 5,8 secondi, 250 km orari di punta). Entrambe le unità, disponibili anche con trazione integrale xDrive, sono ideali per accompagnare la guida precisa e vivace tra le curve, quando si lasciano un po’ da parte gli ausili alla guida, nonché un comfort acustico di notevole cura. La nuova gamma Serie 5 Touring è in distribuzione a partire da 62’100 CHF.

 

Potrebbe interessarti anche ... (beta)
Tags
touring
serie
km
bmw
po
serie touring
ULTIME NEWS Motori
Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2017-12-11 21:50:27 | 91.208.130.87