Salario da apprendista
12.08.2013 - 07:000

Come organizzare il budget

Con i primi guadagni ai giovani può venire la voglia di concedersi beni di consumo costosi: il rischio di precipitare nel vortice dei debiti è dietro l’angolo. Per questo è importante tenere saldamente sotto controllo le spese.

 

Cominciare a guadagnare significa anche assumersi le proprie responsabilità: ora la bolletta del cellulare o i vestiti griffati devono essere pagati di tasca propria. Ci sono poi i costi della benzina per il ciclomotore e le spese per le uscite del fine settimana che riducono notevolmente il salario dell’apprendista. Pertanto genitori e figlio dovrebbero decidere insieme chi paga cosa. Poiché i salari da apprendista vanno dai 500 ai 1200 franchi, non esiste una soluzione valida a prescindere. Un apprendista che guadagna 500 franchi al mese riuscirà difficilmente a pagarsi il pranzo fuori, mentre i genitori di un ragazzo con una retribuzione superiore possono lecitamente aspettarsi che sia il figlio a versare totalmente o in parte il premio della cassa malati. Le spese scolastiche, mediche, dentistiche e oculistiche normalmente vengono assunte dai genitori.

 

Obblighi da entrambe le parti

 

Se genitori e figlio non dovessero trovare un accordo sulla ripartizione delle spese, lo stato fornisce strumenti giuridici per uscire dall’impasse. Secondo la legge, il denaro guadagnato autonomamente spetta all’apprendista. Le norme dicono però anche che i genitori possono richiedere che il figlio fornisca un contributo adeguato per le spese quotidiane. Il termine «adeguato» è da definire a seconda dei casi. Nel contempo lo stato obbliga i genitori a sostenere finanziariamente i figli fino al compimento della formazione di base.

 

Un budget per salvaguardare il bilancio

 

Anche quando genitori e figlio sono riusciti a trovare un accorso sulla ripartizione delle spese, per i giovani la gestione del nuovo reddito spesso è problematica. Un buon budget può aiutare un apprendista a evitare i primi debiti o idee sbagliate. A questo scopo è necessario elencare esattamente entrate e uscite. Chi riesce a capire dove finisce il denaro, in genere riesce a risparmiare e a stilare un budget corretto. Innanzitutto è necessario calcolare il reddito, che è formato dal reddito netto mensile, da eventuali entrate accessorie e da una quota della tredicesima, se percepita. Quest’ultima viene generalmente versata solo a fine anno e quindi non può essere calcolata come fonte di entrata per sostenere i costi mensili.

 

Identificare ed elencare le spese

 

Nel budget le spese previste vengono dedotte dal reddito. Per un apprendista che vive con i genitori il budget generalmente comprende le seguenti voci:

  • cellulare
  • premi della cassa malattia
  • altri premi assicurativi
  • spese di trasporto, come benzina o abbonamento ai trasporti pubblici
  • imposte comunali, cantonali e federali
  • contributo alle spese di casa
  • spese di vitto fuori casa
  • materiale scolastico
  • abbigliamento e calzature
  • cura del corpo
  • hobby e tempo libero
  • vacanze

 

L’eventuale avanzo può confluire nel risparmio o essere utilizzato per finanziare acquisti di una certa entità. Il sito internet www.budgetberatung.ch (solo in tedesco) mette a disposizione moduli per la stesura di un budget.

 

Per ulteriori informazioni sul sito web di PostFinance.

 

 

Cerca lavoro in Ticino su www.tuttojob.ch
Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2017-12-17 08:49:04 | 91.208.130.87