Paid Post
20.02.2017 - 07:000

Negoziare titoli in autonomia: ecco come fare

Se la negoziazione di titoli online è stata a lungo appannaggio esclusivo di banche e istituti finanziari, oggi chiunque può effettuare operazioni di trading online. Per farlo occorre disporre di capi

 

Fino a qualche anno fa la negoziazione di titoli avveniva ancora per telefono, fax o presso le banche e gli istituti finanziari. Con l’avvento di internet la situazione è cambiata. Le piattaforme di trading online permettono agli investitori privati di negoziare titoli, gestire il proprio deposito e seguire gli sviluppi della borsa in tutta autonomia, al computer o sul cellulare.

 

Beneficiare dello sviluppo del mercato azionario

Chi desidera far fruttare il proprio denaro oggi cerca alternative al conto di risparmio. Grazie a e-trading gli investitori possono beneficiare dello sviluppo del mercato azionario. La negoziazione di titoli online è adatta a coloro che desiderano eseguire autonomamente le proprie operazioni finanziarie e che dispongono delle relative conoscenze. Tuttavia, l’acquisto e la vendita di titoli d’investimento come azioni, obbligazioni e fondi presuppone anche una certa propensione al rischio da parte dell’investitore. Attenzione: quanto più alto è il rendimento atteso, tanto maggiori sono i rischi.

 

Le piattaforme di trading online sono sempre più «personalizzate»

Una piattaforma di trading online semplice da utilizzare è fondamentale per la negoziazione di titoli. Gli investitori desiderano, infatti, effettuare i propri ordini di titoli nel modo più efficiente possibile e anche su diverse piazze borsistiche. In «e-trading», la piattaforma di trading online di PostFinance, è possibile ad esempio creare liste personali in cui trovare rapidamente e gestire i prodotti d’investimento. Inoltre, strumenti di analisi informazioni di mercato chiare facilitano la valutazione dei titoli. Per non perdere nessuna occasione è anche possibile impostare price alert che informano via SMS in modo affidabile sull’andamento dei corsi dei titoli.

 

Uno sguardo ai costi

Da una piattaforma a misura d’utente un investitore si aspetta anche che le commissioni applicabili, come ad esempio i diritti di deposito o le tasse annuali per la gestione o la custodia dei titoli o per l’utilizzo della piattaforma online, siano indicate in modo trasparente. Un altro costo è rappresentato dalla tassa di negoziazione federale: una tassa di bollo che viene riscossa dalla Confederazione per gli acquisti e le vendite di titoli. Inoltre, ciascun acquisto o vendita di titoli prevede l’addebito di una commissione di transazione, la cosiddetta commissione di borsa. Infine non dimentichiamo le tasse di borsa, addebitate dalla piazza borsistica al fornitore del trading online.

 

Confrontare conviene

Vale la pena effettuare un confronto fra i vari operatori. Presso PostFinance, ad esempio, la tassa annuale viene convertita in trading credit. Inoltre tramite il programma bonus viene rimborsata una determinata percentuale delle commissioni di borsa.

 

Aderire e ricevere 100 franchi in trading credit

Chi aderisce a e-trading entro il 30 aprile 2017 riceverà 100 franchi di trading credit in regalo, che potranno essere utilizzati come credito per eventuali commissioni di borsa.

 

Maggiori informazioni su e-trading

 

Cerca lavoro in Ticino su www.tuttojob.ch
Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2017-11-25 03:07:18 | 91.208.130.87