Facebook
ITALIA
28.11.2017 - 06:090

Donna-pecora: un manichino che non piace

Fa discutere l'ultima campagna della Diesel

PADOVA - Obiettivo raggiunto. La pubblicità fa parlare del suo marchio… e molto. Si tratta dell’ultima campagna di Diesel. L’azienda ha proposto nelle sue vetrine delle pecore con sembianze umane, cioè vestite e truccate. In modo cool bisognerebbe dire, dato che il messaggio è quello di buttare via vecchi maglioni di lana per vestirsi alla moda.

Da Padova, però, si è levato un moto di sdegno che lentamente sta coinvolgendo tutta l'Italia, la campagna è infatti nazionale. Un’ovina con giubbotto di pelle, jeans attillati, capelli rossi di lato, smalto e rossetto non è proprio andata giù a molte donne che si sono sentite offese, soprattutto perché l’animale compare di fianco a un manichino da uomo del tutto tradizionale. Ma non è finita qui, dato che presso il negozio di Padova si trova anche la versione azzurra della pecora.

Al semplice malcontento si aggiunge chi cerca di boicottare la campagna. Lo riporta Il MattinodiPadova, sottolineando che pur non essendo la prima volta che Diesel usa una pecora mai prima era stato concretizzato più o meno volontariamente il concetto donna-pecora. Su tutti il messaggio di Milvia Boselli (Pd) che parla di «cattivo gusto e responsabilità sociale nel modo in cui si raffigurano le donne».

Cerca lavoro in Ticino su www.tuttojob.ch
Potrebbe interessarti anche
Tags
diesel
campagna
pecora
donna-pecora
manichino
padova
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-18 18:53:23 | 91.208.130.86