CANTONE/SVIZZERA
15.03.2017 - 06:110

Noccioline e popcorn? No, vermi e grilli

Una degustazione a Palazzo federale per convincere la politica a liberalizzare la vendita: così gli insetti finiranno nei nostri piatti.

LUGANO/ZURIGO - Adesso, non resta che convincere la gente. «Siamo ottimisti: gli svizzeri sono pronti per gustare nuovi manicaretti». Come non esserlo, del resto, dopo essere stati capaci di convincere lo Stato.

Quattro anni di lavoro, di pressing sulle istituzioni, sensibilizzazione pubblica, dibattiti e pubblicazioni sul tema, non ultimo un libro di cucina che adesso si spera conquisti la platea. «Certo, all'inizio sarà un mercato di nicchia», da Zurigo conviene il co-fondatore di Essento e autore delle ricette Christian Bärtsch. Perché qui si parla di «Grilli, cavallette & Co»: direttamente nel piatto.

Il momento è arrivato. Si comincia, primo maggio: quando i "suoi" insetti «entreranno ufficialmente nella legislazione alimentare svizzera» e inizieranno a essere venduti e mangiati, in Ticino come nel resto della Svizzera. Sembra lontanissimo quel 2013; passato remoto la strada che da allora è stata fatta. «Viaggiando per il mondo, abbiamo conosciuto gli insetti e il loro gusto delizioso - spiega Bärtsch - Ma a persuaderci è stata la Fao, con lo studio sull'enorme potenziale degli insetti commestibili pubblicato nel 2013. Conquistati dai benefici nutrizionali e di sostenibilità, abbiamo così deciso di fondare Essento».  

Da lì in poi? 

«All'inizio abbiamo dovuto prendere atto che gli insetti non erano contemplati dalla nostra legge alimentare e non era possibile offrirli come cibo».

Difficile convincere gli altri? 

«Abbiamo dovuto organizzare anche delle degustazioni a Palazzo federale. C'è voluto un sacco di impegno, ma ora finalmente gli insetti saranno registrati come alimenti commestibili, a partire dal primo maggio. In Europa bisognerà aspettare invece il 2018».

Come ci siete riusciti?

«Abbiamo elaborato piatti gustosi, organizzato la produzione, scritto un libro di ricette, partecipato a eventi e fiere utili a portare all'attenzione il tema e a lanciare la discussione».

Qual è il vostro target?

«Tutti. Venderemo ai negozianti al dettaglio, alle gastronomie, i ristoranti, ma anche ai consumatori finali».

Qualche esempio, oltre a Coop? Dove potremo andare a comprare/mangiare gli insetti?

«Mi spiace, è ancora top secret. Stiamo ancora ricevendo richieste, contatti sono in corso ma non sono ancora definitivi».

E-commerce?

«Ci stiamo lavorando. Il sito sarà lanciato a maggio».

Che cosa venderete, esattamente?

«Sia prodotti elaborati, sia interi insetti da cucinare a casa. I tre consentiti dalla legge sono cavallette, grilli e vermi. Il mercato su cui puntiamo è quello dei piatti pronti. Per esempio il nostro Essento Burger, a base di vermi e con un contorno di verdure».  

Da dove arrivano?

«Al momento, da allevatori professionisti in Olanda e Belgio. Ma ci stiamo lavorando. In futuro vorremmo poter offrire insetti svizzeri». 

Nessun rischio?

«Nessuno. A patto di evitare il fai-da-te. Gli insetti vanno comprati negli allevamenti autorizzati, non raccolti da soli. È una questione di igiene e di sicurezza alimentare».

Lei che li ha provati, ci dica: che sapore hanno?

«Ci sono tantissimi insetti, ciascuno con un gusto diverso dall'altro. In genere, gli insetti sanno un po' di nocciola, fin dall'odore. Provate ad annusare un verme, per esempio. I grilli ricordano i popcorn, le cavallette sono simili al pollo». 

Che cosa vi aspettate dal mercato svizzero?

«Siamo convinti che gli svizzeri siano pronti per nuove sperimentazioni nei loro piatti».  

Provi a convincere noi: perché mai dovremmo assaggiare un insetto? E magari cambiare abitudini?

«Perché gli insetti hanno molti aspetti positivi: sono gustosi, sostenibili e salutari. Sono molto saporiti e possono diventare un ingrediente nuovo per la nostra cucina. Allevare insetti è inoltre molto più ecologico al confronto con altri animali che ci forniscono apporto proteico: hanno bisogno di meno acqua e terra e rilasciano meno anidride carbonica. Già: forniscono una grande quantità di proteine, ma anche vitamine, B12 in particolare, e minerali come ferro e calcio. E acidi grassi insaturi». 

Cerca lavoro in Ticino su www.tuttojob.ch
Commenti
 
Carmen Toto 10 mesi fa su fb
Alba andiamo?
Alba Sauro 10 mesi fa su fb
🤢
Carlo Aieie 10 mesi fa su fb
Ahahah presto il nostro governo spellandoci sempre piu soldi ci potrerà a mangiare i vermi del giardino o per strada... manco a comparli... saremonsenza soldi.... basta assistenza basta tutto. Almeno che non sei asilante chiaro... noi ticinesi a mangiar terra.. dunque ben vengano i vermi e le cavallette.
Carlo Aieie 10 mesi fa su fb
A loro frega poco...ci sono 100 ultramiliardari che mantengono il cantone... deglii altri...a loro poco frega...siamo solo dei numerini su dei fogli...per loro non siamo essere umani.
MIM 10 mesi fa su tio
A sto punto infiliamoci dentro anche un po' di carne di cane, che ne dite?
moonie 10 mesi fa su tio
@MIM in svizzera non è vietato mangiare cani e gatti, anzi, berna in risposta ad una petizione che ne chiedeva il divieto (non foss'altro per il fatto che non c'è alcun controllo sanitario dietro a questo ambito), ha detto di no perché è un fatto culturale.
sedelin 10 mesi fa su tio
@MIM che cosa c'entra la carne di cane? si sta trovando una soluzione in alternativa all'allevamento di grandi animali che é causa di problemi di consumo di acqua (e non solo). se la gente si accontetasse di mangiar carne 2-4 volte al mese non ci sarebbero difficoltà, ma siccome miliardi di persone (su 8) ne consuma tutti i giorni bisogna trovare soluzioni. e quella degli insetti é intelligente per ovvie ragioni. se poi qualcuno storce il naso non é obbligato a consumarne. per sostituire la carne ci sono anche uova, formaggio, noci varie,semi di canapa, fagioli, ceci, lenticchie... non basta?
MIM 10 mesi fa su tio
@MIM Oh sedelin, per soldi, per commercio, per sfamare la gente, su su, cominciamo a sensibilizzare. Quando dico che gli insetti mi fanno schifo mi danno dell'ottuso, che è cibo del futuro, che sono legato (come dice moonie) a un fatto culturale. Su apri la mente, pensa quanti potrebbero essere sfamati con i cani randagi ah ah ah. Sedelin, por favor, non girarla e rivoltarla, i vegetariani e i vegani non sono i salvatori della terra, anche se ne sono convinti.
moonie 10 mesi fa su tio
@MIM ?? non ho detto che tu sei legato ad un fatto culturale, ma che lo è per la svizzera e quindi se a berna fanno gli apero con gli insetti e chiedi la carne di cane. in realtà in svizzera è legale e pure difesa a spada tratta. quindi la tua richiesta è possa e già superata :-) per quanto riguarda il mangiare veg, tra l'altro sedelin non ha detto questo, ma chiesto un minor consumo dettato dal buon senso, non solo per questioni ambientali ma ci sarebbero molteplici motivi, sentirti mettere via la cosa in modo facilona con un "chi è il salvatore della terra?" ti rispondo anche io nessuno, ma da qui ad ignorare deliberatamente cosa c'è tra i due estremi e cioè che ognuno di noi può cercare di avere meno peso sull'ambiente con i nostri consumi, fa un po' .... senso. Ormai ignorare certe cose è davvero anacronistico
sedelin 10 mesi fa su tio
il mondo cambia, come é sempre accaduto: benvengano le novità sostenibili per TUTTI.
F.Netri 10 mesi fa su tio
@sedelin Anche per gli insetti?
sedelin 10 mesi fa su tio
@F.Netri fai una domanda sensata, questa é incomprensibile.
F.Netri 10 mesi fa su tio
Barbari!!
Don Quijote 10 mesi fa su tio
Per quanto mi riguarda non entrerò in qualsiasi posto che venda o serva scarafaggi.
Violet Barrow 10 mesi fa su fb
Che a Palazzo federale chi dico io si strozzino una buona volta
Maria Rosaria Verri 10 mesi fa su fb
Preferisco verdura e uova😈
Maria Rosaria Verri 10 mesi fa su fb
Giulia Balmelli 10 mesi fa su fb
Preferivo l'erba
Fabio Ambrosini 10 mesi fa su fb
Toutmignon Toutmignon Leader 10 mesi fa su fb
Che belloooooo
Potrebbe interessarti anche ... (beta)
Tags
insetti
grilli
piatti
svizzera
vermi
svizzeri
mercato
cavallette
essento
popcorn
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-18 08:21:17 | 91.208.130.86