keystone
IRLANDA
07.10.2017 - 11:540

Ryanair: cade la prima testa

Si è dimesso il responsabile operativo Michael Hickey

DUBLINO - Cade la prima testa in Ryanair, dopo il caos delle scorse settimane con migliaia di voli tagliati e centinaia di migliaia di viaggiatori rimasti a terra. Michael Hickey, il responsabile operativo della compagnia aerea e quindi anche della gestione di piloti e del personale di terra, si è dimesso e lascerà la società entro tre settimane.

L'indiscrezione, circolata con insistenza, è stata confermata dalla low cost che, come ha spiegato un suo portavoce, ha già cominciato la caccia al successore, chiamato al difficile compito di rimettere in equilibrio le operazioni facendo dimenticare alla clientela questo drammatico autunno del 2017.

"Sarà difficile rimpiazzarlo", ha infatti ammesso, secondo quanto riferisce la stampa irlandese, l'amministratore delegato Michael O'Leary, ricordando il grande contributo dato da Hickey nei quasi 30 anni trascorsi in Ryanair (era responsabile operativo dal 2014), compagnia che praticamente ha visto nascere (il battesimo della compagnia avvenne nel 1985).

Del resto, Hickey manterrà una consulenza temporanea per completare alcuni progetti ai quali stava lavorando, come il contratto pluriennale per la manutenzione degli aerei e i nuovi hangar in programma negli aeroporti di Siviglia e Madrid. "Tutti noi in Ryanair desideriamo ringraziare sinceramente Mick" per ciò che ha fatto "in questi 30 anni e gli auguriamo ogni possibile successo in futuro", ha dichiarato O'Leary. Un ringraziamento forse di prammatica, ma forse no, considerando che l'ad è notoriamente poco avvezzo ai complimenti. La debacle vissuta dalla compagnia aerea, però, è stata talmente pesante e il titolo alla Borsa di New York ne ha risentito così fortemente (dal picco dei 120 dollari di agosto è precipitato del 12% a 105 dollari) che evidentemente O'Leary ha deciso di mostrare i muscoli e dare un segnale al mercato.

La complicata ricostruzione della forza lavoro, dopo le fuoriuscite dei dipendenti attratti dai contratti più favorevoli delle altre compagnie, sta intanto procedendo con l'assunzione di 32 nuovi piloti. Di pari passo, però, vanno avanti anche le procedure nei vari Paesi relative a eventuali sanzioni per la compagnia. In Italia la palla sta all'Ente nazionale per l'aviazione civile, che si è già detta pronta alla multa visto che, come ha spiegato il presidente Vito Riggio, "nonostante le rassicurazioni verbali, non ci sono stati adeguamenti e ciò determina l'irrogazione delle sanzioni previste".

L'occasione per fare il punto è fissata a mercoledì 11, quando Riggio è atteso dalla Commissione Trasporti della Camera italiana proprio per relazionare il Parlamento "sui disagi derivanti dalla cancellazione dei voli della compagnia Ryanair".
 
 

Cerca lavoro in Ticino su www.tuttojob.ch
Potrebbe interessarti anche ... (beta)
Tags
compagnia
ryanair
hickey
responsabile operativo
leary
michael
testa
prima testa
responsabile
Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2017-12-18 04:23:47 | 91.208.130.86