BANCHE
29.06.2012 - 14:440

Credit Suisse, profumi di utile

Il colosso bancario svizzero verso un secondo trimestre 2012 positivo, nonostante il livello di fondi proprio giudicato insufficiente dalla BNS

ZURIGO - Il Credit Suisse, criticato di recente dalla Banca nazionale svizzera per il livello di fondi propri giudicato insufficiente, archivierà un secondo trimestre 2012 nelle cifre nere a livello di gruppo. Tutti i comparti hanno denotato un'evoluzione positiva, indica una nota della banca, a conferma di una notizia in tal senso diffusa oggi dal "Tages-Anzeiger" e dal "Bund".

Stando ai quotidiani, la vendita di prodotti a rischio e misure di risparmio hanno dato i frutti sperati. Inoltre, per rafforzare i fondi propri, la banca anticiperebbe a quest'anno l'emissione di coco-bond ("contingent convertible bonds") per 6 miliardi di franchi con l'aiuto del fondo sovrano del Qatar e del gruppo saudita Olayan. L'operazione era prevista per l'autunno 2013.

La seconda banca elvetica, che presenterà i conti il 26 luglio prossimo, ha chiuso il primo trimestre 2012 con un utile in flessione di ben il 96% a 44 milioni di franchi a causa di fattori eccezionali.

ATS

Cerca lavoro in Ticino su www.tuttojob.ch
Tags
banca
credit suisse
credit
trimestre
utile
suisse
fondi
Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2017-11-23 19:36:15 | 91.208.130.87