SPAGNA
10.01.2018 - 16:030

Carcerato "resuscita" sul tavolo dell’autopsia

Gonzalo Montoya Jimenez è stato dichiarato morto. Probabilmente aveva tentato il suicidio, ma era ancora vivo

OVIEDO - Gonzalo Montoya Jimenez, in carcere ad Oviedo, è stato dichiarato morto. Il suo corpo è stato quindi trasferito per poter eseguire l’autopsia. Il patolo accingendosi all’esame autoptico è rimasto di stucco: la persona che aveva davanti a lui sul tavolo russava.

È stata quindi aperta un’inchiesta da parte del carcere centrale delle Asturie per capire come sia stato possibile commettere un errore simile. Il detenuto era stato trovato in stato di incoscienza su una sedia della sua cella, messo in un sacco, era quindi stato trasferito all’istituto di medicina legale di Oviedo.

A tre giorni dall’errore è stato possibile stabilire che Gonzalo Montoya Jimenez è stato dichiarato morto da due medici del penitenziario. Decesso confermato poi da un medico legale inviato dal tribunale locale.

Quella che è sembrata una morte probabilmente era solo un malore, dovuto a un tentato suicidio con medicinali. Il 29enne ora si trova in terapia intensiva. La sua vita non sarebbe in pericolo. I suoi parenti, avvisati del decesso, hanno di sicuro tirato un sospiro di sollievo.

Tags
gonzalo montoya
montoya jimenez
gonzalo montoya jimenez
stato dichiarato morto
stato dichiarato
montoya
oviedo
dichiarato morto
autopsia
jimenez
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-21 19:18:09 | 91.208.130.86