REGNO UNITO
07.11.2017 - 14:000

Uccide la figlia adottiva di soli 18 mesi: «Era Satana travestito da bambina»

Il 31enne Matthew Scully-Hicks conoscerà oggi la sua condanna. Con il marito ha un secondo figlio

CARDIFF - Matthew Scully-Hicks ha ucciso la figlia adottiva di soli 18 mesi. Il 31enne ha sbattuto la testa della piccola Elsie contro il muro, fratturandole diverse parti del corpo. Da quel momento la bambina è rimasta agonizzante per quattro giorni e poi è stata portata in ospedale dove è deceduta. I fatti risalgono allo scorso maggio. Oggi verrà resa nota la condanna, che potrà arrivare a 25 anni di carcere.

L’ex istruttore di educazione fisica - che si è sempre dichiarato non colpevole - non sarebbe stato nuovo a questi terribili atti. I vicini di casa hanno raccontato di aver sentito spesso grida verso la bambina, che diverse volte è finita in ospedale. I medici e gli assistenti sociali non hanno mai sospettato della violenza dell’uomo, che ha ricevuto l’adozione definitiva con il marito solo due settimana prima della tragedia.

A testimoniare lo stato di tensione che c’era in famiglia alcuni sms inviati al compagno Craig, dichiaratosi ignaro di tutto: «È Satana vestito da bambina. Si è appena scolata mezza bottiglia di latte e ora strilla che ne vuole ancora. Si sveglia ogni notte ad intervalli regolari, vuole soltanto il ciuccio e attenzione, è una vera e propria diva».

La coppia ha anche un altro figlio adottivo.

Potrebbe interessarti anche ... (beta)
Tags
bambina
satana
figlia adottiva
figlia
soli
Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2017-11-19 19:06:52 | 91.208.130.86