CINA
17.02.2017 - 14:560

Picchiano un manifestante: condannati 7 agenti

Il fatto risale al 2014, accadde durante la protesta che venne chiamata "movimento degli ombrelli"

HONG KONG - La corte distrettuale di Hong Kong ha condannato a due anni di carcere 7 poliziotti, autori di violenze contro uno dei manifestanti delle proteste di 79 giorni fatte nel 2014 dal "movimento degli ombrelli": Wong Cho-shing, Lau Cheuk-ngai, Pak Wing-bun, Lau Hing-pui, Chan Siu-tan, Kwan Ka-ho, e Wong Wai-ho sono stati ritenuti colpevoli del pestaggio con calci e pugni di uno dei partecipanti, Ken Tsang.

Il dispositivo della sentenza, su cui ha pesato il video che ha ripreso gli agenti abusare di Tsang nonostante fosse a terra e ammanettato, parla di "assalto che ha causato un effettivo danno fisico". Uno dei poliziotti ha anche subito un mese aggiuntivo di carcere per aver schiaffeggiato l'arrestato in caserma.

Gli imputati si erano dichiarati innocenti, ma il giudice David Dufton ha aspramente criticato la loro condotta, rei di aver anche portato disonore alla divisa e danneggiato la reputazione internazionale di Hong Kong in questo caso molto serio. Per fortuna la vittima non ha riportato serie ferite".

Tsang, condannato a sua volta per assalto e resistenza all'arresto in un altro processo ora in appello, ha da parte sua invitato governo e polizia a una riflessione, "riformando e monitorando la sorveglianza sulla polizia, e rivedendo la cultura della polizia e le scuse alla gente per gli errori".

I due principali sindacati di polizia, invece, hanno espresso stupore per una condanna troppo severa, anticipando il loro sostegno nel grado di appello.

Potrebbe interessarti anche ... (beta)
Tags
polizia
hong kong
kong
tsang
agenti
hong
ULTIME NEWS Estero
Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2017-11-18 07:20:20 | 91.208.130.87