UCRAINA
14.02.2017 - 14:390

Russo diventato ucraino critica l'annessione

Nel 2014 Voronenkov aveva ufficialmente votato a favore dell'annessione della Crimea

KIEV - L'ex deputato russo Denis Voronenkov si è trasferito in Ucraina, paese ai ferri corti con Mosca, e lo scorso dicembre è diventato cittadino ucraino. Adesso critica l'annessione russa della Crimea e paragona la Russia di Putin alla Germania nazista.

«Tutto il paese è impazzito in una follia pseudo-patriottica», dice. A riportare la notizia è Meduza, giornale online con sede a Riga, che cita un'intervista dell'ex deputato a censor.net.ua, una testata online bloccata in Russia.

Voronenkov ha ufficialmente votato a favore dell'annessione della Crimea: nel 2014 solo il deputato dell'opposizione Ilià Ponomariov, votò contro. Lui però adesso sostiene che siano stati altri deputati del suo partito a votare al suo posto nonostante lui non avesse rilasciato nessuna delega.

Stupisce che Voronenkov si sia trasferito proprio in Ucraina: la repubblica ex sovietica ha vietato i simboli comunisti paragonandoli a quelli nazisti, e Voronenkov sedeva alla Duma proprio come parlamentare del partito comunista russo, pieno di nostalgici dell'Urss.

Sembra però che l'ex deputato sia coinvolto - come "testimone" dice lui - in un caso di appropriazione indebita. Intanto afferma di aver testimoniato presso la procura ucraina, non si capisce a che titolo, contro l'ex presidente ucraino Viktor Ianukovich, rifugiatosi in Russia dopo aver perso il potere in seguito alla rivolta di Maidan.
 

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche ... (beta)
Tags
voronenkov
annessione
ucraina
crimea
russia
ex deputato
critica
Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2017-11-18 07:22:24 | 91.208.130.86