ENERGY CHALLENGE
11.09.2017 - 16:450

La Svizzera ha i presupposti necessari per sfruttare l’energia solare?

Irraggiamento solare insufficiente, pannelli fotovoltaici antiestetici e troppo costosi: ecco i principali pregiudizi nei confronti dell’energia solare

 

Il sole è una fonte inesauribile d’energia: sfruttarne la luce mediante pannelli fotovoltaici e collettori solari comporta l’autonomia dai fornitori esterni di elettricità. Come tutte le fonti di energia rinnovabili, l’energia solare è molto più ecologica e climaticamente sostenibile rispetto ai combustibili fossili. Nonostante questi considerevoli vantaggi, tuttavia, secondo Svizzera Energia ancora oggi continuano a circolare pregiudizi e falsi miti sull’energia solare. Per questo abbiamo deciso di fare chiarezza e affrontare le questioni più importanti.

Cominciamo subito: molti sono erroneamente convinti che in Svizzera non vi siano abbastanza ore di sole per sfruttare adeguatamente l’energia solare. Nel nostro paese, l’irraggiamento annuo oscilla tra 1050 e 1550 kWh al metro quadrato a seconda del luogo. L’irraggiamento solare sull’intera superficie della Svizzera (41 285 km quadrati) è quindi 200 volte superiore rispetto al totale dell’energia consumata.

Il potenziale non è neanche lontanamente sfruttato

Alcune località molto soleggiate come Sion (VS) o Samedan (GR) sono addirittura paragonabili alla Toscana o alla Provenza in termini di irraggiamento. Ad ogni modo, l’odierno sfruttamento dell’energia fotovoltaica non dipende tanto dalla rispettiva intensità di irraggiamento: infatti, tra gli Stati che sfruttano maggiormente l’energia solare in Europa non vi sono solo paesi meridionali come la Grecia e l’Italia, ma spiccano anche la Germania, il Belgio e la Repubblica Ceca. Il potenziale di produzione sui tetti e sulle facciate degli edifici svizzeri è elevato e potrebbe arrivare a coprire circa la metà del consumo totale del paese. Attualmente tale potenziale resta quasi completamente inutilizzato: nel 2016, infatti, sono stati installati impianti fotovoltaici solo sul 5% delle facciate e dei tetti adeguati.

Un’altra voce diffusa è che gli impianti fotovoltaici siano troppo costosi. Questo pregiudizio è fondato? Un impianto fotovoltaico di 30 metri quadrati installato sul tetto di una casa unifamiliare costa circa 15 000 CHF. Detraendo gli incentivi finanziari della Confederazione pari a 3400 CHF (a partire dal 2018) e le agevolazioni fiscali di circa 2900 CHF, in fin dei conti l’impianto viene a costare 8500 CHF.

Un kilowattora di corrente costa solo la metà

I costi di produzione della corrente prodotta in proprio ammontano a circa 13 ct./kWh. Detraendo gli incentivi e le agevolazioni fiscali si scende a 9,5 ct./kWh: una cifra decisamente inferiore rispetto alla media di 20 ct./kWh che pagano le economie domestiche svizzere per la corrente che proviene dalla presa. Quindi vale senz’altro la pena di consumare l’elettricità solare prodotta in proprio. La produzione eccedente che non può essere utilizzata direttamente in casa viene immessa nella rete elettrica e permette di ottenere un compenso, la cosiddetta tariffa di immissione in rete.

Anche gli esteti sono spesso scettici nei confronti degli impianti fotovoltaici poiché sostengono che i moduli installati sulle facciate delle case siano un pugno nell’occhio. La tecnologia attualmente più diffusa è costituita dai moduli cristallini, che vengono prodotti in dimensioni standard e hanno una colorazione che va dal blu al nero. Tuttavia, negli ultimi anni sono stati fatti passi da gigante nel settore e la gamma dei moduli a disposizione è oggi vastissima. Per esempio, nel caso dei moduli al silicio cristallino, le singole celle possono essere posizionate in diversi modi, permettendo di ottenere molte più forme rispetto al classico impianto rettangolare. I moduli a film sottile consentono di creare forme ancora più flessibili e si adattano persino alle superfici sinuose. Inoltre, grazie alle nuove tecnologie sono aumentati anche i colori dei moduli, che ormai spaziano dal verde al bianco, passando per il rosso.

A chi è destinata la corrente del mio impianto fotovoltaico?

Un altro pregiudizio è che la corrente prodotta con gli impianti fotovoltaici non possa essere utilizzata in proprio. Ciò non è del tutto falso: infatti, gli impianti solari producono elettricità principalmente durante il giorno, soprattutto a mezzogiorno. Anche se a quell’ora non c'è nessuno a casa, vi sono comunque alcuni elettrodomestici come il frigorifero, il congelatore e i dispositivi di controllo che consumano costantemente elettricità. Ulteriore corrente è consumata dagli apparecchi in stand-by come televisioni, stereo, router, fotocopiatrici e macchine del caffè. L’impianto
fotovoltaico permette di coprire tale fabbisogno di elettricità. Vi sono poi altri elettrodomestici più energivori che vengono usati principalmente al mattino e alla sera, come forno, fornelli, vari utensili da cucina e applicazioni informatiche. A seconda della stagione e del meteo, anche tali consumi si possono coprire con la produzione del proprio impianto fotovoltaico.

Secondo Svizzera Energia, la percentuale di corrente prodotta che può essere consumata in proprio dipende innanzitutto dalle dimensioni dell’impianto e dal consumo individuale di elettricità. Per esempio, nel caso di un impianto molto piccolo di 12 metri quadrati, circa il 35-50% della corrente prodotta è destinato al consumo in proprio, mentre il resto viene immesso nella rete dietro compenso da parte dell’azienda fornitrice di elettricità, come già accennato sopra. Per gli impianti un po’ più grandi fino a 30 metri quadrati, la percentuale destinata al proprio consumo scende al 20-40%.

Energy Challenge 2017 - Energy Challenge 2017 è una campagna nazionale di Energia Svizzera e dell'Ufficio federale dell'energia sui temi dell'efficienza energetica e delle energie rinnovabili. 20 minuti è partner media e approfondisce i temi principali con grafici, reportages e interviste. Trovate maggiori informazioni sull'app gratuita per Android e iOS.

Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2017-12-16 15:37:46 | 91.208.130.86