Insieme ai consumi di carburante, si riducono in modo permanente anche le emissioni di CO 2 del veicolo. La produzione media nel 2010 era ancora pari a 161 grammi di CO 2 per chilometro, mentre nel 2014 il dato relativo alle nuove vetture corrispondeva a soli 142 grammi al chilometro.
ENERGY CHALLENGE
07.06.2017 - 09:210

Ecco come ridurre il consumo di carburante della vostra auto

La maggior parte del consumo energetico svizzero è da ricondursi ai mezzi di trasporto. Ecco alcuni consigli per limitare il consumo di carburante

 

Nell’industria automobilistica si compiono sforzi costanti per ridurre il consumo medio di carburante, con ottimi risultati, registrando infatti un calo del 22% dal 2004 al 2014. «Le automobili elettriche e i veicoli plug-in hybrid oggi si sono ormai affermati nella gamma di vetture, ma anche nel prossimo futuro il motore a combustione continuerà a essere il mezzo propulsore di gran lunga più comune nelle auto», prevede Markus Peter, responsabile del settore Tecnica automobilistica e Ambiente dell’Unione professionale svizzera dell’automobile (UPSA). Il motore a combustione, tuttavia, verrà affiancato in misura sempre maggiore dal motore elettrico.

È il tipo di motorizzazione, oltre al peso del veicolo, a determinare in primo luogo l’entità del consumo di carburate e delle emissioni di CO 2 , mentre le dimensioni dell’auto rivestono un ruolo subordinato. Di seguito vengono illustrate una serie di misure da adottare per ridurre il consumo energetico dei veicoli.

Adeguamento e controllo della pressione degli pneumatici: l’importanza della pressione degli pneumatici è ampiamente sottovalutata. Ma una pressione troppo bassa pregiudica il sostegno laterale in curva, causa una maggiore usura e riduce lo spazio di frenata, incidendo allo stesso tempo negativamente sul consumo di carburante. Correggendo la pressione degli pneumatici è possibile ridurre il consumo energetico del veicolo fino all’8%.

Pneumatici ad attrito ridotto: circa il 20% della resistenza totale che l’auto deve superare con l’aiuto della forza motrice dipende dagli pneumatici. Pneumatici con buona efficienza energetica limitano la resistenza al rotolamento, riducendo sino al 5% il consumo di carburante.

Corretto utilizzo del climatizzatore: spegnere il climatizzatore con temperature esterne inferiori ai 18° riduce il consumo energetico in media del 4%.

Manutenzione periodica: l’auto viene sottoposta a controlli in officina e, dove necessario e possibile, viene regolata per garantire la massima efficienza energetica. Sottoporre il veicolo a regolari interventi di manutenzione può ridurre il consumo di carburante fino al 3%. In occasione del servizio o della sostituzione degli pneumatici, inoltre, è possibile eseguire un check energetico dell’auto (si veda il box informativo).

Olio antifrizione: scegliere l’olio adeguato (olio ad attrito ridotto) limita l’attrito e l’usura del motore, con un conseguente risparmio di carburante sino al 3%.

Riduzione della larghezza degli pneumatici: anche utilizzare pneumatici più sottili contribuisce a una minore resistenza totale, per un risparmio potenziale d’energia pari a circa il 2%.

Dotazione con luci di marcia diurna a LED: scegliere accessori a efficienza energetica, come ad esempio le luci di marcia diurna a LED, riduce il consumo di carburante sino al 2%.

Uso corretto delle utenze elettriche: l’energia necessaria per alimentare gli ausili elettrici del veicolo, quali i sedili riscaldati, la radio o il riscaldamento dei lunotti posteriori, proviene dal generatore. Per coprire il fabbisogno delle dotazioni supplementari ad alimentazione elettrica è necessario produrre un quantitativo maggiore di corrente, il che comporta un maggiore lavoro del motore e, di conseguenza, un aumento dei consumi di carburante. L’impiego oculato delle dotazioni elettriche consente una riduzione media del consumo interno dell’1%.

Eliminazione di bagagli inutili: caricando il veicolo con meno bagagli si riduce il peso della vettura, fattore anch’esso importante che genera in media una riduzione dello 0,5% dei consumi.

Smontaggio di portabagagli inutili: questo intervento limita la resistenza aerodinamica garantendo in media un calo dei consumi dello 0,5%.

CheckEnergeticaAuto

Il CheckEnergeticaAuto è un servizio dell’Unione professionale svizzera dell’automobile (UPSA), che consente di ridurre sino al 20% il consumo energetico dell’auto. Questo intervento permette di risparmiare ogni anno fino a 240 litri di benzina per veicolo e di ridurre le emissioni di CO 2 per un massimo di 560 chilogrammi. Il check può essere effettuato in concomitanza con il servizio, la sostituzione degli pneumatici o anche separatamente. Oltre 1000 garage UPSA offrono il check in tutto il territorio svizzero. l’auto viene sottoposta a controlli in officina e, dove necessario e possibile, viene regolata per garantire la massima efficienza energetica. Dal lancio del programma nel 2012 sono stati eseguiti quasi 30 000 check energetici, pari a un risparmio di CO 2 di oltre 35 000 tonnellate.

Il CheckEnergeticaAuto è supportato da Energie Schweiz. Ulteriori informazioni alla pagina www.autoenergiecheck.ch

Energy Challenge 2017 - Energy Challenge 2017 è una campagna nazionale di Energia Svizzera e dell'Ufficio federale dell'energia sui temi dell'efficienza energetica e delle energie rinnovabili. 20 minuti è partner media e approfondisce i temi principali con grafici, reportages e interviste. Trovate maggiori informazioni sull'app gratuita per Android e iOS.

Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2017-12-18 15:52:13 | 91.208.130.86