LOCARNO
28.01.2009 - 08:360

Il vescovo: "Senza morale perde valore anche la legge e la sua applicazione"

LOCARNO - Terminato il processo nei confronti dei responsabili dell'uccisione di Damiano Tamagni, il Vescovo di Lugano Pier Giacomo Grampa ha voluto avanzare delle riflessioni e lo ha fatto dalle colonne del giornale del popolo in un contributo dal titolo "Nulla accade per caso".

"I comportamenti terribili che sono emersi dal processo di Locarno- ha scritto il vescovo -  sono dunque anche il segno delle carenze di una società che non è più capace di formare coscienze adulte, mature, responsabili. Denunciano le insufficienze di un sistema educativo tanto nelle famiglie, quanto nelle Chiese, come nella scuola e nella società: in questa società mass-mediatica di comunicazioni sempre più selvagge ed incontrollate".

E ha poi concluso facendo notare che "la morale non è da confondere con il giuridico e con il penale, a ciascuno le sue competenze e responsabilità. Ma senza morale perde valore anche la legge e la sua applicazione.
 

Potrebbe interessarti anche ... (beta)
Tags
locarno
vescovo
morale perde valore
senza morale perde
morale perde
perde valore
senza morale
applicazione
valore
legge
Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2017-12-12 03:42:13 | 91.208.130.87