FESTIVAL DI CANNES
16.05.2016 - 17:430

De Niro: «A braccia aperte per "Hand of Stone"»

Per l'attore di Toro scatenato è in arrivo anche un nuovo film di Martin Scorsese, "The Irishman"

CANNES - "Lui è un bravo regista. Ho letto la sceneggiatura e ho lavorato molto duramente. Poi che dire, a braccia aperte ho accettato di fare un film per quello che è un eroe di Panama". Così l'attore Robert De Niro che stasera sarà in sala al Festival di Cannes per l'anteprima mondiale super-esclusiva di "Hand of Stone" di Jonathan Jakubowicz, film che racconta la storia vera del pugile panamense Roberto Durán (Édgar Ramírez) e il rapporto con il suo allenatore Ray Arcel, interpretato dallo stesso De Niro.

E per l'attore di Toro scatenato è in arrivo anche un nuovo film di Martin Scorsese, "The Irishman", con Al Pacino e Joe Pesci.

"C'è molto materiale su Ray Arcel. Ho trovato su di lui vecchie interviste a magazine e tv e ho poi parlato con la moglie Stefanie - dice ancora De Niro del suo ruolo -. Ne è uscito fuori un personaggio pieno di dignità e molto rispettato nel mondo della boxe". Infine, nessun imbarazzo da parte degli attori di "Hand of Stone" che si sono trovati a lavorare con il mito De Niro. "Intimiditi? - dice divertito l'attore - Lo sono stati meno di un giorno. È tutto finito quando abbiamo iniziato a lavorare".

Il film, presentato al Festival di Cannes 2016 come proiezione speciale e nelle sale cinematografiche statunitensi dal 26 agosto, racconta la straordinaria vita di Roberto Durán che arrivò alla grande boxe come pugile professionista nel 1968, a soli 16 anni. Soprannominato "Manos de Piedra" per la durezza dei suoi pugni, ebbe come temibile avversario il pugile di colore Sugar Ray Leonard che sconfisse nel 1980, conquistando il titolo di campione dei pesi welter.

Solo nel novembre dello stesso anno arrivò la rivincita e nel segno di un incontro che passò alla storia come "No Más Fight". Allora fu il campione panamense a ritirarsi, capendo che Leonard stava dominando l'incontro. Per De Niro non finisce qui. "The Irishman" riunirà Martin Scorsese e lui, Joe Pesci e Al Pacino per una storia di gangster.

Per Al Pacino è la prima volta con Scorsese, mentre per De Niro bisogna risalire a 21 anni fa. Budget di 100 milioni di dollari, De Niro sarà Frank Sheeran, il criminale irlandese che confessò di aver ucciso il leader sindacale Jimmy Hoffa, fondatore e leader della International Brotherhood of Teamsters, il cui corpo non fu mai trovato. Non c'è ancora una data di riprese, se ne parla da anni, ma - secondo The Hollywood Reporter - dovrebbero cominciare a gennaio, dopo l'uscita del nuovo film di Scorsese, "Silence". La sceneggiatura è di Steve Zaillian ("Gangs of New York"), tratta dal romanzo di Charles Brandt, "I heard you paint houses".

Potrebbe interessarti anche ... (beta)
Tags
film
de niro
niro
of
cannes
scorsese
stone
attore
the
hand of stone
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-17 23:18:40 | 91.208.130.87