Oggi in Ticino
News
NOTIZIA FLASH 
Trasmissione Live 

TICINO

20/02/2012 - 10:58

Mi metto in lista, ma solo per fare numero

Elezioni comunali: tutti i candidati sono davvero motivati? Sembrerebbe proprio di no





LUGANO – “Mi metto in lista, ma solo perché me lo hanno chiesto”, “Hanno bisogno di me per completare la lista dei candidati. Ma sono tranquillo, ben difficilmente sarò eletto”… Frasi pronunciate confidenzialmente in questi giorni da diversi ‘aspiranti’ consiglieri comunali e municipali sparsi un po’ in tutto il Ticino. La sensazione è che in vista delle imminenti elezioni comunali partiti e movimenti si siano scontrati con la dura realtà: la difficoltà nel reperire nuovi candidati è più evidente del previsto. E allora in lista finiscono anche persone che fino all’altro ieri non erano minimamente interessate alla ‘cosa pubblica’ e il cui unico obiettivo diventa, paradossalmente, quello di fare numero. 

I dubbi dell’elettore - I responsabili dei partiti ovviamente negano. Poi però quando si sentono i candidati individualmente si capisce che non tutti sono davvero motivati e a volte sono loro stessi ad ammetterlo. In alcuni casi sono stati coinvolti per una questione di numero, in altri per ragioni di facciata. Ma l’elettore come si deve sentire di fronte a queste situazioni? “Per i partiti – spiega Elio Genazzi, capo della Sezione enti locali – avere un numero elevato di persone in lista significa avere la possibilità di accaparrarsi più voti, perché ognuna di queste persone ha comunque delle conoscenze”. Poi Genazzi relativizza: “In fondo la politica è sempre stata così, sono in pochi a nascere con il vero amore per la ‘cosa pubblica’. In diversi casi la carriera di un politico inizia perché c’è qualcuno che cerca di coinvolgerlo, di farlo appassionare, magari dovendo anche insistere. La funzione di un partito o di un movimento è anche quella di motore di ricerca sul territorio, si cercano sempre nuove leve insomma. Non mi sembra un meccanismo da condannare”.

Prudenza - I dati del 2012 non sono ancora noti. Nel 2008 furono 1759 le persone che si candidarono per i Municipi ticinesi, 5956 quelle per il consiglio comunale. Quanti di questi candidati si sono messi a disposizione spontaneamente e con cognizione di causa? Difficile, se non impossibile, stabilirlo. Eros Ratti, esperto di politica comunale, invita alla prudenza . “Come si fa a dire se uno è davvero motivato oppure no? E poi in alcuni casi il desiderio di fare politica è destinato a crescere strada facendo”.  Per Ratti il problema è sostanzialmente un altro. “Oggi le persone sono pressate da mille impegni, dalla famiglia al lavoro, e hanno meno voglia di mettersi in gioco, di dedicarsi alla vita degli altri e del proprio Comune. E così può capitare che nelle liste ci siano dei candidati totalmente nuovi ed estranei al mondo della politica. Attenzione però a non giudicare senza conoscere bene la realtà dei fatti”.

Diritto di rifiuto - Genazzi aggiunge: “Fare politica è sempre più complesso, occorre avere delle conoscenze, una certa cultura. Purtroppo non tutti hanno questo requisito. Magari però un giovane viene invitato a candidarsi per le sue capacità professionali o intellettuali e non si rende ancora conto di avere delle potenzialità anche a livello politico. Cosa che magari il partito ha intuito. Ci sono diverse sfumature”.

RED

Regole del blog. Leggere attentamente prima di commentare

ULTIMO COMMENTO
Flight - 20 Febbraio 2012 alle 13:13
Al mio paese sono "nati" i verdi, in questi 4 anni, non si é visto un solo (oggi) candidato verde, proporre qualcosa all'indirizzo del Municipio o CC, mi chiedo con che coraggio e proposte vogliono fare i politici !

Spero che non comincino a fare i moralisti di bassa lega inneggiando al taglio dell'albero X, all'estirpamento dell'aiuola Y o perché gli operai comunali non usano la benza alchilata, alla fine se vado a vedere é proprio grazie a 2 proponenti dei Verdi se il comune non ha potuto portare a termine un progetto a favore della cittadinanza !

PROPONENTI, altro tasto dolente, un gruppuscolo, si é fatto vivo in zona asilo e scuole elementari per raccogliere le firme, nessuno conosceva queste persone, quindi come si fà a dire sono verde ?
Infatti, 2 signore hanno firmato e risultano mogli di due candidati per un altro partito, queste a loro difesa han detto che gli é stata venduta "male" la proposta.

Partecipa anche tu alla discussione, leggi tutti i commenti e interagisci con gli altri blogger.
&
Ultime
N° lista news:   10 |  25 |  50


Copyright © 1997-2014 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati - IMPRESSUM - SEGNALACI
Last Cache Update: 01.09.2014 13:19:57
Tutte le notizie in Ticino del 01/09/2014 - 16 Notizie