Oggi in Ticino
News
NOTIZIA FLASH 
Trasmissione Live 

POSCHIAVO

04/10/2012 - 16:12

La procura di Reggio Calabria alla Repower: "La Mafia vi cercherà"

L'organizzazione malavitosa potrebbe reclamare una tangente del 4% e intromettersi nell'assegnazione degli appalti della centrale in Calabria

0
0

POSCHIAVO - Mentre l’azienda elettrica Repower pianifica in Calabria una centrale a carbone, la ndrangheta potrebbe cercare di mettere le mani sull’affare. È quanto riferisce la “Südostschweiz” sulla base delle indagini del procuratore Anti-Mafia Nicola Gratteri.

La centrale è stata progettata dalla SEI S.p.A., una consociata della Repower che, nel tentativo di difendere l'investimento sul carbone, assicura che è pronta a cautelarsi contro pressioni e richieste sleali , attraverso “severi controlli” nell’aggiudicazioni dei lavori, nelle assunzioni e nella gestione, in ottemperanza al così detto “Patto di legalità”.

L’efficacia di questa certificazione è, però, contestata dagli oppositori alla centrale. Essi esigono una vigilanza serrata e un controllo “a monte” dei soci e collaboratori italiani dell’azienda quotata in borsa.

Ora il sostituto procuratore della repubblica di Reggio Calabria, Nicola Gratteri, si dice certo che la Mafia reclamerà una tangente del 4% e che s’intrometterà nell’assegnazione degli appalti.

“Io commerciante se decido aprire un negozio in un comune” - ha esemplificato il noto magistrato che vive sotto scorta - “devo prima chiedere il permesso al capo mafia altrimenti il negozio non lo posso aprire. Sicuramente qualcuno andrà chiedergli una mazzetta del 4%. Sicuramente qualcuno andrà dirgli di chi dovrà eseguire i lavori di costruzione. Fino l’altro giorno era ancora così. La settimana scorsa è stato così. Da decine oramai da un secolo è stato così”.

Potrebbe interessarti anche ... beta

Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 21:35:09 | 91.208.130.55
Tutte le notizie in Ticino del 21/10/2017 - 12 Notizie