Oggi in Svizzera
News
NOTIZIA FLASH 
Trasmissione Live 

ZUGO

16/01/2015 - 18:28

Boris Becker, debito con l'AVS di 200mila franchi

L'ex campione di tennis tedesco non ha pagato i contributi AVS/AI/IPG cui era tenuto quale "indipendente"

0
0

ZUGO - L'ex tennista tedesco Boris Becker deve 196'800 franchi più interessi alla cassa cantonale di compensazione AVS di Zugo: nell'anno 2008 non ha infatti pagato i contributi AVS/AI/IPG cui era tenuto quale "indipendente", riferiscono il "Blick" e "20 Minuten" citando il Foglio ufficiale del canton Zurigo.

L'Ufficio esecuzioni e fallimenti di Küssnach (ZH) ha bloccato le quote dell'ex tennista nella società di commercializzazione Boris Becker GmbH con sede nel comune zurighese - per un valore di 90'000 franchi - dopo che la cassa cantonale di Zugo ha tentato inutilmente, dal 2010, con precetti esecutivi, di indurre l'ex star del tennis mondiale a pagare il dovuto. Becker potrà di nuovo disporne soltanto quando lo avrà fatto.

Il provvedimento è menzionato nel Foglio ufficiale zurighese perché non è stato possibile consegnare a Becker il cosiddetto "atto di sequestro", non essendo le autorità al corrente del suo nuovo indirizzo. Il 47enne ex campione ha avuto per circa sei anni dimora ufficiale a Risch, sulle rive del lago di Zugo, dove però metteva raramente piede. Lo scorso anno ha trasferito il domicilio a Londra.

Non è questo il primo caso comportamento moroso per Boris Becker in Svizzera. Il tennista era già stato oggetto di un'azione legale da parte del pastore che il 12 giugno 2009 aveva celebrato a St. Moritz (GR) il suo matrimonio teletrasmesso con la modella olandese Sharlely "Lilly" Kerssenberg. Al centro della contesa una fattura di 9600 franchi per coprire le spese assunte dall'uomo di chiesa, che il vip tedesco aveva giudicato spropositata.

Dopo una prima decisione favorevole al pastore da parte del Tribunale amministrativo grigionese, il dossier era finito nelle mani della giustizia di Zugo, cantone di residenza di Becker. Nel gennaio 2012 il Tribunale cantonale gli aveva dato parzialmente ragione, ma lo aveva comunque condannato a pagare 3400 franchi al pastore, il quale ha però dovuto contribuire alle spese legali.

ats

Potrebbe interessarti anche ... beta

Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 16:46:11 | 91.208.130.56
Tutte le notizie in Svizzera del 17/10/2017 - 24 Notizie