Oggi in Svizzera
News
NOTIZIA FLASH 
Trasmissione Live 

NEUCHÂTEL

19/06/2017 - 15:20

Reati, oltre 35mila casi trattati dai consultori

Il dato segna un aumento del 4% rispetto al 2015. 579 i casi in Ticino

archivio TiPress
0
0

NEUCHÂTEL - Lo scorso anno in Svizzera i consultori per le vittime di reati hanno trattato 35'189 casi (579 dei quali in Ticino), il 4% in più del 2015. La metà aveva subito lesioni corporali o vie di fatto.

Dal 2001 le consulenze sono aumentate di due terzi. Tre quarti delle vittime del 2016 sono state donne e una vittima su cinque un minore. È quanto emerge dall'ultima pubblicazione al riguardo dell'Ufficio federale di statistica (UST).

Un terzo delle vittime si è rivolto ai consultori per un'estorsione, una minaccia e/o coazione e una su dieci per coazione sessuale o violenza carnale.

Nel 2016, la consulenza prestata a vittime di partner o parenti ha riguardato 15'706 casi. Sei su dieci di queste persone avevano subito lesioni corporali o vie di fatto e una su quattro reati sessuali. Il 61% delle vittime minorenni ha subito un reato sessuale, di queste il 96% da un membro della famiglia.

Più domande d'indennizzo - Nel 2016 le autorità di indennizzo hanno esaminato 1338 istanze di prestazioni alle vittime, e ne hanno approvate più della metà (in Ticino rispettivamente 18 e 15). Le violenze subite e quelle perpetrate variano fortemente a seconda del sesso: circa il 60% delle vittime e il 20% dei presunti autori erano donne (rispettivamente ca. il 40% e l'80% uomini).

Dall'introduzione della statistica, il numero delle richieste è aumentato di due terzi (2000: 800). Le vittime di sesso maschile o femminile si distinguono per il tipo di reati subiti: poco più della metà degli uomini ha subito una lesione corporale e un uomo su dieci un reato sessuale. Tra le vittime donne che hanno vissuto questi tipi di violenza la quota ammonta a quasi un terzo.

Calo delle prestazioni versate - Complessivamente sono stati versati 6,3 milioni di franchi (circa 157mila in Ticino) per indennizzi e riparazione morale a 715 vittime (+3,7%), 3,6 milioni di franchi sono stati attribuiti a 429 donne e 2,7 milioni a 284 uomini.

Un terzo è andato a vittime di omicidio e di lesioni corporali e un quarto a quelle di reati sessuali. Dal 2000 le prestazioni versate sono calate di un terzo, mentre il numero di domande è rimasto invariato (2000: 11 milioni di franchi).

La revisione della legge concernente l'aiuto alle vittime di reati del 2009 ha fatto contrarre gli importi massimi accordati alle vittime (70'000 franchi) e ai prossimi (35'000 franchi).

Potrebbe interessarti anche ... beta

Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 03:54:30 | 91.208.130.56
Tutte le notizie in Svizzera del 19/08/2017 - 0 Notizie