Oggi in Svizzera
News
NOTIZIA FLASH 
Trasmissione Live 

GRIGIONI

21/04/2017 - 10:23

Il Vescovo di Coira presenta le dimissioni

Vitus Huonder, che oggi compie 75 anni, era stato nominato nel 2007. Papa Francesco si esprimerà dopo avere esaminato tutte le circostanze

Keystone
0
0

COIRA - Un'era si appresta a concludersi alla Diocesi di Coira: il vescovo Vitus Huonder, che oggi compie 75 anni, ha presentato le dimissioni a Papa Francesco, come previsto dal diritto canonico. Il controverso prelato era stato nominato a capo della circoscrizione vescovile nel 2007, come successore di Amedeo Grab.

Il Pontefice si pronuncerà sulle dimissioni solo dopo aver esaminato tutte le circostanze. Fino ad allora non vi saranno ulteriori comunicazioni o commenti in merito a «speculazioni», precisa la Diocesi di Coira in una nota diffusa oggi. Va ricordato che la situazione all'interno della più vasta delle circoscrizioni vescovili della Svizzera non è delle più semplici.

A inizio anno infatti 14 associazioni cattoliche riunite nell'Alleanza "Es reicht!" ("Basta!") hanno consegnato al nunzio pontificio a Berna Thomas Gullickson una petizione in cui chiedono al Papa di rinunciare a nominare subito un successore al contestato vescovo conservatore e di inviare piuttosto a Coira un amministratore apostolico con il compito di "riportare la pace" nella Diocesi.

L'Alleanza "Es reicht!" denuncia la "desolata situazione" in cui versa la Diocesi di Coira e - in una lettera al Pontefice - precisa che essa è da 20 anni profondamente divisa e lacerata sui contenuti". «L'operato polarizzante dei vescovi Wolfgang Haas e Vitus Huonder - afferma nella missiva - ha distrutto molta fiducia» e attirato a più riprese per anni negativamente l'attenzione dei media.

Il nunzio ha già fatto sapere di essere contrario a questo modo di procedere: intende seguire la prassi, ovvero vuole presentare al Capitolo cattedrale di Coira - il collegio dei 24 canonici della cattedrale - una lista di tre candidati fra i quali potranno eleggere il nuovo vescovo. Si tratta della procedura vigente nella Diocesi di Coira in base al decreto pontificio "Etsi salva" del 1948.

Durante il suo incarico Vitus Huonder si è più volte contraddistinto per le sue posizioni rigide e conservatrici in materia di sessualità e famiglia. Nel 2011 era stato definito "ultra-conservatore" dal teologo Hans Küng, che lo aveva accusato di far perdere numerosi fedeli alla diocesi. Küng ne aveva anche chiesto le dimissioni.

Il 9 marzo 2014 un gruppo di fedeli aveva manifestato chiedendo la sua rimozione dall'incarico e alcune organizzazioni cattoliche nazionali avevano denunciano discriminazioni di importanti gruppi di fedeli, come gli omosessuali e i divorziati che intendono risposarsi.

Nel febbraio 2015 Huonder aveva nuovamente fatto parlare di sé per aver rimosso il parroco di Bürglen, un piccolo comune del Canton Uri, che aveva dato la sua benedizione ad una coppia lesbica che conviveva da tempo.

Potrebbe interessarti anche ... beta

Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 16:35:12 | 91.208.130.56
Tutte le notizie in Svizzera del 20/09/2017 - 15 Notizie