Oggi in Sport
News
NOTIZIA FLASH 
Trasmissione Live 

HCAP

17/02/2017 - 22:01

Incubo Ambrì: a Friborgo è un'umiliazione

I biancoblù, protagonisti di una prova imbarazzante, sono stati sconfitti alla BCF Arena con il nettissimo punteggio di 7-0. Pessimo il box-play dei leventinesi

0
0

FRIBORGO – Sulle rive della Sarine l’Ambrì era a caccia di un successo pesante per classifica e soprattutto morale. Le buone intenzioni leventinesi, però, si sono trasformate ben presto in un...incubo: Duca e compagni infatti hanno dimenticato bastoni ed equipaggiamento sul bus, chiudendo la contesa con un secco ed inequivocabile risultato di 7-0. 

Senza mordente, indisciplinato, incollato sul ghiaccio e a dir poco impalpabile, il team biancoblù ha offerto una prestazione imbarazzante oltre che preoccupante. Era quasi impossibile aspettarsi una prestazione del genere a sole due settimane di distanza dal cambio di allenatore.

Per il terzo incontro sotto la guida di Gordie Dwyer, i sopracenerini sono scesi in pista con i rientranti Mäenpää e Trunz in difesa e con una prima linea offensiva tutta straniera formata da D’Agostini, Emmerton e Pesonen. Sacrificato, un po’ a sorpresa, Adam Hall.

L’inizio dell’incontro si è rivelato un vero e proprio calvario per i ticinesi: dopo 7’30 il tabellone della pista segnava già 3-0 in favore dei padroni di casa, abili a sfruttare tre powerplay (fuori Lhotak, Fora e Bianchi) con Birner, Sprunger e Rathgeb. Il box-play leventinese (a dir poco pessimo!) ha fatto nuovamente cilecca al 14’23, quando Mauldin è andato ad infilare con troppa facilità il punto dell’incredibile 4-0. Il parziale si è poi rivelato umiliante al 17'01, momento in cui Sprunger in 5c3 ha messo a segno il 5-0 dopo un disco non trattenuto da Descloux (entrato pochi minuti prima al posto di un frastornato Zurkirchen). 5-0 dopo 20 minuti e partita ovviamente già chiusa. 

Nel periodo centrale i leventinesi hanno continuato ad accusare seri problemi nel creare azioni offensive degne di nota. Anzi è stata la confusione a farla nuovamente da padrone. Le rarissime conclusioni partite dai bastoni ospiti hanno soltanto "solleticato" l'estremo difensore dei Dragoni Conz. Sul finire di seconda frazione - al 37'40' - nuovamente in 5c3 il Friborgo ha poi trovato il 6-0, grazie al "solito" Sprunger (tripletta per lui). 

Nel terzo tempo, con la partita già ormai agli archivi, Dwyer ha provato a "spremere" un po' i suoi rimescolando le linee. Da segnalare al 57'06 il gol del definitivo 7-0 firmato da Abplanalp 

La confusione che è regnata in pista in casa biancoblù viene dimostrata pure dalle tre penalità subite per cambio scorretto. 

Il Friborgo, che ora ha quattro punti di vantaggio sui ticinesi, ha cosi lanciato un bel monito all'Ambrì in vista del finale di stagione in cui le due squadre potrebbero trovarsi di fronte nella sfida per evitare lo spareggio con il campione di LNB. Per i biancoblù ci si augura che quello di questa sera sia stato un incidente di percorso. Altrimenti saranno guai... 

FRIBORGO – AMBRÌ 7-0 (5-0, 1-0, 1-0) 
Reti:
3’16 Birner (Rathgeb, Cervenka, 5c4) 1-0; 5’58 Sprunger (Rathgeb, Birner, 5c4) 2-0; 7’30 Rathgeb (Sprunger, Cervenka, 5c4) 3-0; 14’23 Mauldin (Rathgeb, Cervenka, 5c4) 4-0; 17' Sprunger 5-0 (5c3); 37'40 Sprunger (Rathgeb, Birner, 5c3) 6-0. 57'06 Abplanalp 7-0. 
Ambrì: Zurkirchen; Mäenpää, Zgraggen; Pesonen, Emmerton, D'Agostini; Gautschi, Fora; Lauper, Fuchs, Guggisberg; Jelovac, Ngoy; Monnet, Kamber, Stucki; Collenberg, Trunz; Bianchi, Lhotak, Duca.
Penalità: 7x2' Friborgo; 12'x2' Ambrì +1x10' contro entrambe le squadre
Note: BCF Arena, 5'614 spettatori. Arbitri: Wiegand, Dipietro; Kovacs, Bürgi. 

Regole del blog. Leggere attentamente prima di commentare

11 commenti da TIO
cle72 - 18 Febbraio alle 12:28
Meglio ora che dopo durante le partite che contano per la rimanenza in Serie A
Ovviamente quale tifoso biancoblu non sono contento del risultato, ma non ne faccio un dramma, partita sbagliata, entrata in materia pessima, incassare tutti quei gol in quindici minuti avrebbe spezzato le gambe a tutti, anche le prime della classe. Ora bisogna perseverare e cercare di sollevarsi per affrontare le ultime partite e affinare il gioco per salvarsi quanto prima. Inoltre ricordo che qui nessuno rosica ancora, ricordo che conta solo chi vinci a fine campionato, dunque che ognuno guardi a casa propria.

Partecipa anche tu alla discussione, leggi tutti i commenti e interagisci con gli altri blogger.
1 commento da FACEBOOK
Lorena Quadri - 18 Febbraio alle 07:38
Oh mamm che pess less.... oramai l'è 'na scquadra da B da tanti ann!!

Partecipa sulla pagina ticinonline.ch
Potrebbe interessarti anche ... beta

Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 03:52:30 | 91.208.130.56
Tutte le notizie in Sport del 20/09/2017 - 0 Notizie