Oggi in Sport
News
NOTIZIA FLASH 
Trasmissione Live 

CALCIO

11/05/2012 - 10:58

Sermeter: "Col Vaduz sarà La partita"

In vista del prossimo week end di Challenge League, al Lugano non resta che sperare e giocarsela come sempre. Preisig: "Se li davanti sbagliano, dobbiamo approfittarne subito"

Articolo di Antonio Di Domenico
Ti-Press




BELLINZONA - Il Bellinzona ha nelle mani, o meglio nei piedi, il proprio destino: la partita di domenica pomeriggio a Vaduz è forse la partita fondamentale. “Il valore della vittoria conquistata contro il Lugano sarebbe sminuita se non vincessimo questo fine settimana – ha confermato Sermeter – e vogliamo coronare questo gran momento anche nelle prossime partite, affrontandole come abbiamo fatto fino ad ora”.

I granata si sono dimostrati, oltre che un’ottima squadra, anche un grande gruppo dove i veterani, come il capitano stesso, Yakin, Conti e Raso, riescono a trasmettere la concentrazione giusta anche ai più giovani. “I ragazzi ascoltano, vogliono imparare, abbiamo un gruppo sano – ha continuato il numero 8 granata – e questo crea armonia, cosa fondamentale in una squadra che vuole vincere”.  Nel gruppo si è creato una pressione positiva che permette alla squadra di guardare solo a sé stessa e di “non guardare ai risultati delle altre partite, rispettando tutti gli avversari senza però temere nessuno”.

Se a Bellinzona c’è ottimismo e si spera nello spareggio, e perché no, di recuperare ancora qualche punto al San Gallo che sembra avere il fiato corto, a Lugano il derby ha segnato un po’ sia la squadra che la classifica. “Purtroppo non dipende più tutto da noi – ha commentato Preisig – se Bellinzona e Aarau vinceranno sempre per noi non ci sarà nulla da fare. Ci proveremo fino alla fine, perché se li davanti dovessero sbagliare noi dovremo essere pronti ad approfittarne. Per sabato siamo pronti, vogliamo i tre punti”.

Il derby come detto ha toccato nel morale i bianconeri, anche perché “il rammarico di non essersela giocata, tra l’altro su un campo impraticabile, si è fatto sentire, soprattutto dopo il gran girone di ritorno che abbiamo fatto”, ha continuato il 28enne ticinese. Il rammarico quindi resta, la speranza, anche se debole, pure, ma questo Lugano non deve dimenticare il gran lavoro fatto anche grazie al suo allenatore Moriero, che con la sua esperienza è riuscito a dare una sterzata ad un campionato nato male. “È riuscito a toccare le corde giuste, la squadra a inizio stagione era praticamente tutta nuova, invece il mister è riuscito a creare un gruppo, un vero gruppo che ci ha permesso di recuperare tutti quei punti persi per strada già all’inizio”, ha concluso il centrocampista bianconero.

Le partite delle ticinesi nel 28esimo turno di Challenge League

Sabato
19:30   Lugano - Wohlen      
19:30   Chiasso - Etoile Carouge
Domenica
16:00   Locarno - S.Gallo     
16:00   Vaduz - Bellinzona

Tutti i risultati nella sezione CALCIO

&
Ultime
N° lista news:   10 |  25 |  50


Copyright © 1997-2014 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati - IMPRESSUM - SEGNALACI
Last Cache Update: 24.04.2014 05:56:21
Tutte le notizie in Sport del 24/04/2014 - 0 Notizie