Oggi in Sport
News
NOTIZIA FLASH 
Trasmissione Live 

CANOTTAGGIO

30/09/2017 - 19:51

Italia protagonista con un oro nel due senza e due “argenti” nel quattro senza e doppio “leggero”

Penultimo atto del mondiale americano sul bacino Bradenton

0
0

SARASOTA (USA) - Il mondiale “americano” si appresta a vivere le sue battute conclusive. Oggi, sabato, erano in programma le finali del due e quattro senza, del quattro di coppia, maschile e femminile nel contesto seniori e del doppio “leggero” sia in campo maschile che femminile. Nessun armo elvetico in gara.

Purtroppo, il doppio femminile al limite dei 59 chilogrammi di Pauline Delacroix e Frédérique Rol ha concluso la sua avventura venerdì con un secondo rango nella finale C che equivale al 14 in assoluto. Un risultato che non soddisfa le due romande che alla vigilia del mondiale non avevano nascosto l’ambizione per un posto sul podio. Appuntamento rimandato all’anno prossimo a Plovdiv (Bulgaria).

Alla vigilia della giornata conclusiva, molto attesa per tutto il clan elvetico che spera in una nuova prova superlativa di Jeannine Gmelin, il presidente della Federremiera elvetica, l’avv. Ginevrino Stephane Trachsler, traccia un primo bilancio del mondiale: «In tutta onestà mi attendevo un risultato diverso soprattutto per quanto riguarda i due singolisti ‘leggeri’: Michael Schmid e Patricia Merz dopo gli eccellenti risultati ottenuti in stagione. Sottotono anche i primi 500 metri del doppio di Barnabé Delarze e Roman Röösli che ha precluso l’accesso alla finale che conta. Nico Stahlberg ha fatto quanto era nelle sue possibilità al cospetto di una concorrenza spietata. Ha avuto la sfortuna di capitare in una semifinale impossibile. Sono contento per quanto mostrato dal 4 di coppia leggero, soprattutto in occasione della semifinale. Il doppio femminile di Rol e Delacroix necessita di maggiore esperienza per competere a questi livelli. Tutte le speranze sono ora riposte nella Gmelin».

Ma veniamo ai risultati delle gare odierne.

Due senza femminile: oro per la Nuova Zelanda (Prendergast/Gowler), argento per gli Stati Uniti (Kalmoe/Eisser) e bronzo per la Danimarca (Rasmussen/Johansen).
Due senza maschile: splendido successo dell’Italia di Lodo e Vicino, al termine di una lotta serrata con i fratelli croati Martin e Valent Sinkovic, staccati di soli 34/100. Medaglia di bronzo per la Nuova Zelanda.
Doppio maschile pesi leggeri: oro per i francesi Houin e Azou, campioni uscenti, argento per gli italiani Oppo e Ruta, bronzo per la Cina di Sun e Fan.
Doppio femminile pesi leggeri: oro per la Romania (Lehaci/Beleaga), argento per la Nuova Zelanda (McBride/Kiddle), bronzo per gli Stati Uniti (Schmieg/Sechser).
Quattro senza maschile: oro per l’Australia, argento per l’Italia e bronzo per la Gran Bretagna.
Quattro senza femminile: oro per l’Australia, argento per la Polonia, bronzo per la Russia.
Quattro di coppia femminile: oro per l’Olanda, argento per la Polonia e bronzo per la Gran Bretagna
Quattro di coppia maschile: oro per la sorprendente Lituania, argento per la Gran Bretagna e bronzo per l’Estonia.

Dopo due giornate il medagliere vede l’Italia in prima posizione con 6 medaglie: 2 d’oro, 3 d’argento e 1 di bronzo. Segue l’Australia con 4 (2 d’oro, 2 d’argento) e la Francia con 3 medaglie (2 d’oro e 1 d’argento).

Regole del blog. Leggere attentamente prima di commentare

0 commenti da TIO
Non è ancora stato inserito nessun commento.

Loggati a Tiolounge per poter essere il primo a commentare questo articolo.

Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 05:49:14 | 91.208.130.56
Tutte le notizie in Sport del 17/10/2017 - 0 Notizie