Oggi in Sport
News
NOTIZIA FLASH 
Trasmissione Live 

CICLISMO

22/07/2012 - 17:39

Nell'ultima tappa arriva il nuovo ruggito di Cavendish

"The Cannon ball" ha sfruttato il lavoro di tutto il team Sky per imporsi sugli Champs-Elysees. Bradley Wiggins vince il suo primo Tour precedendo Chris Froome e Vincenzo Nibali

Keystone




PARIGI (Francia) - Un inglese domina la novantanovesima edizione del Tour de France: non era mai successo e per la prima volta nella storia della classica del ciclismo francese un britannico, Bradley Wiggins, festeggia la vittoria sui Campi Elisi di Parigi in una passerella di 120 chilometri completamente pianeggianti dominata dallo sprint del motivatissimo Cavendish (alla quarta vittoria consecutiva nella tappa sugli Champs-Elysees).

Immagini
Keystone

Grandissimo entusiasmo dei tifosi francesi per tutti i corridori, compreso lo stesso Wiggins che ha dominato le ultime tappe del Tour de France e che ha festeggiato quindi il dominio pressocchè assoluto col suo team Sky Procycling, capace di mandare sul podio finale anche il connazionale e suo gregario Chris Froome, piazzatosi secondo nella classifica individuale.

Grazie soprattutto allo sprint di giovedì, sulla salita di Peyragyades, Wiggins e Froome hanno potuto passeggiare per l’ultima tappa, utile per i festeggiamenti di rito, come spesso accade durante la Grande Boucle: questo tratto del percorso è storicamente ottimo per i velocisti, ma viene più spesso considerato una sorta di “gita premio” per i vincitori del giro.

La ventesima tappa è stata quindi una passerella d’onore per la squadra britannica, con i due assoluti protagonisti della competizione che per lunghi tratti hanno pedalato fianco a fianco prima di raggiungere gli Champs-Elysees insieme agli altri componenti del team Sky, ricevendo i festeggiamenti ed i complimenti di tutti i corridori rimasti in gara: bellissimo il gesto di Evans, grande sconfitto di questo Tour, che ad inizio gara stringe la mano a Wiggins, abbracciandolo e riempiendolo di complimenti.

Wiggins si è quindi consacrato come campione duttile e poliedrico, capace di macinare chilometri a grande velocità sia nelle prove a cronometro (numerosissime in questo Tour de France 2012), sia nelle tappe montane. L’esultanza di Wiggins all’arrivo è infatti addirittura minore rispetto alla vittoria nella crono di ieri, quando Bradley aveva di fatto messo le mani sul trionfo finale del Tour de France: “Quante emozioni stupende”, aveva dichiarato alla vigilia dell’ultima tappa, emozioni che arrivano dopo il meritato trionfo nell’ennesima gara vissuta da assoluto ed indiscusso protagonista.

Gli ultimi 120 chilometri del suggestivo percorso Rambouillet-Parigi hanno sancito quindi anche il terzo posto di Nibali, staccato nelle ultime tappe dai due imprendibili inglesi ma comunque soddisfatto per il risultato ottenuto: “Arrivare terzo è un buon punto di partenza per il futuro, me lo sono meritato”.

Con Wiggins dominatore della classifica individuale che gli è valsa la maglia gialla, gli altri vincitori delle maglie speciali del Tour de France 2012 sono Voeckler, che si guadagna quella a pois dedicata agli scalatori, e Sagan, ciclista dal grande talento che con Greipel è colui che ha vinto più tappe in questa edizione della Grande Boucle. Per lo slovacco c’è la maglia verde per essersi classificato primo nella classifica a punti.

Gloria anche per Van Garderen, gregario di Evans ma protagonista di un eccellente Tour: è sua la maglia bianca dedicata al milgior giovane della rassegna grazie al quinto posto nella classifica generale. Tra le squadre, vince il team RadioShack che prevale proprio sullo Sky Procycling di Wiggins e Froome: la compagine vincitrice è riuscita a piazzare tutti e quattro i suoi corridori nelle prime 20 posizioni della graduatoria finale. (ITM)

Classifica di tappa: 1. Mark Cavendish (Gbr / Team Sky) 3h08'07"; 2. Peter Sagan; 3. Matthew Harley Goss; 4. Juan José Haedo; 5. Kris Boeckmsn; 6. Greg Henderson; 7. Borut Bozic; 8. André Greipel; 9. Edvald Boasson Hagen; 10. Jimmy Engoulvent.

Classifica generale: 1. Bradley Wiggins (Gb / Team Sky); 2. Chris Froome (Gb / Team Sky) a 3’21″; 3. Vincenzo Nibali (Ita / Liquigas) a 6’19″; 4. Van den Broeck (Bel) a 10’15″; 5. Van Garderen (Usa) a 11’04″; 6. Zubeldia (Spa) a 15’41″; 7. Evans (Aus) a 15’49″; 8. Rolland (Fra) a 16’26″; 9. Brajkovic (Slo) a 16’33″; 10. Pinot (Fra) a 17’17″

Regole del blog. Leggere attentamente prima di commentare

ULTIMO COMMENTO
Non è ancora stato inserito nessun commento.

Loggati a Tiolounge per poter essere il primo a commentare questo articolo.
&
Ultime
N° lista news:   10 |  25 |  50


Copyright © 1997-2014 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati - IMPRESSUM - SEGNALACI
Last Cache Update: 31.07.2014 21:38:07
Tutte le notizie in Sport del 31/07/2014 - 32 Notizie