Fashionchannel
News
NOTIZIA FLASH 
Trasmissione Live 
banner Fashionchannel

LUGANO

12/08/2017 - 16:34

Asciugare i capelli come dal parrucchiere

È uno dei momenti più importanti del rapporto donna-capelli

Fotolia
0
0

Asciugare i capelli non è cosa facile! Quante volte, uscendo dal salone di bellezza, vi siete ritrovate a guardare allo specchio la vostra piega perfetta pensando un po’ disilluse: «Tanto quando li asciugherò io non verranno mai così bene…»?

Se la risposta è «quasi sempre» vuol dire che, forse, non vi è mai capitato di farvi una bella scorpacciata di consigli su uno dei momenti più importanti del rapporto donna-capelli: il momento dell’asciugatura della vostra chioma! Ecco alcuni consigli dei professionisti del Team Laura Bondesani – Compagnia della Bellezza a Lugano.

Come asciugare i capelli

Se ogni momento della cura del capello è strettamente legato al tipo di movimento che ha, l’asciugatura non fa eccezione e, quindi, dovremo fare delle distinzioni di base. Solo così potremo rispettarne la natura e proteggerlo, evitando di non valorizzarlo o, addirittura, di danneggiarlo.

Asciugare i capelli ricci

«Ogni riccio un capriccio», dice la saggezza popolare. In un certo senso è proprio così, perché onde e boccoli, si sa, sono belli ma complessi da valorizzare e asciugare: una chioma riccia richiede una certa pazienza e una particolare cura.

Se avete del tempo a disposizione, potete ricorrere al cosiddetto plopping, metodo semplice e ideale per i vostri ricci: consiste nel raccoglierli, a testa in giù, in un panno di cotone (in casa può andare bene anche una t-shirt), che avrete prima disposto su un piano orizzontale, in modo che si arrotolino su se stessi seguendo le loro onde naturali, fermandola poi come un turbante. A questo punto, arrotolate le parti eccedenti della maglietta e fissatele annodando tra di loro le maniche. La posa dovrà durare un paio di ore, per poi passare all’asciugatura con il phon (ma potrebbe non essere necessaria, nel caso in cui si fossero già asciugati in questo lasso di tempo): con questo piccolo accorgimento potrete star certe che non vi sarà traccia di crespo!

Se proprio vi venisse voglia di utilizzare il phon, impiegatelo sempre per il minor tempo possibile e, possibilmente utilizzando un asciugacapelli agli ioni, che non danneggi le cuticole.

Dovrete poi armarvi di un diffusore e scegliere tra due tipi di risultato:

  • il primo, corposo ma non troppo voluminoso e indomabile, ottenibile asciugando i capelli a testa in su e direzionando il getto del diffusore, a velocità media, dall’alto verso il basso;
  • il secondo, certamente più vaporoso e animato, da realizzare ponendosi a testa in giù, con il phon regolato a una velocità medio-bassa.

In generale sarà meglio non toccare troppo la capigliatura, per evitare di “sciogliere” i boccoli e perderne l’elasticità e di seccare le punte: l’unico approccio consentito e che, anzi, agevolerà la morbidezza delle onde, sarà quello di raccogliere e stringere via via le ciocche.

Il risultato, però, non è assicurato… Asciugare i capelli con il diffusore richiede una certa maestria e qualche “trucco del mestiere”.

Un’altra possibilità è quella di adottare la tecnica del clipping, che consente di dare volume alla parte alta della testa e scongiurare l’effetto piatto e spento, incubo di tutte le donne ricce. Per realizzarlo vi serviranno dei becchi d’oca che fissino morbidamente i singoli boccoli sollevandone le radici e privandoli della pesantezza che graverebbe su di loro lasciandoli semplicemente cadere giù.

Asciugare i capelli lisci

Anche asciugare i capelli lisci richiede delle attenzioni particolari: vediamo quali.

È consigliabile partire sempre dalle radici, senza sollevarle, e applicare il bocchettone direzionando il getto del phon verso le punte, per assecondarne la linea. Un brushing super-liscio sarà facilitato dall’impiego del bocchettone, che dirigerà più agevolmente il getto d’aria verso la zona tratta e non scompiglierà la chioma, specie se utilizzerete una spazzola (piatta per un effetto liscissimo o tonda, per una piega più corposa). In entrambi i casi, la procedura sarà la stessa: dovrete tirare le ciocche con la spazzola, porle a favore del phon e srotolarle con delicatezza, direzionandole verso il basso.

Prestate sempre attenzione a muovere costantemente phon, impostato a una temperatura massima e mantenuto a una distanza di circa 15 cm., per non correre il rischio di bruciare i capelli e sfibrarli.

Per creare volume alle radici, una volta arrotolato il ciuffo, dovrete mantenerlo in posa per qualche secondo sotto il getto d’aria e liberarlo lentamente mantenendolo perpendicolare alla testa.

Prodotti specifici per i capelli lisci vi aiuteranno a far durare la piega: mousse, spray e creme liscianti, se applicate prima dello styling, proteggeranno la chioma dal calore, dall’umidità e non li faranno elettrizzare.

Asciugare capelli fini

Un capitolo a parte va dedicato all’asciugatura dei capelli fini e sottili, perché sono particolarmente delicati e sensibili. Necessiteranno, quindi, della costruzione di una struttura che li sorregga senza farli apparire radi o poco vitali.

Importantissima risulterà la fase della pre-asciugatura, in quanto vi consentirà di limitare l’utilizzo del phon. Andranno districati con un pettine a denti larghi, che non li aggredisca e non li spezzi, mentre dovrete fare attenzione a mantenere morbide le radici, tenendo la ciocca che state pettinando tra le dita.

Leggi anche su: fashionchannel.ch - Per info: Team Laura Bondesani - Compagnia della Bellezza

Potrebbe interessarti anche ... beta

Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 16:04:36 | 91.208.130.56