Oggi in Svizzera
News
NOTIZIA FLASH 
Trasmissione Live 

EGITTO

20/06/2012 - 07:31

Presidenziali, Mubarak e la morte annunciata

L'ex rais egiziano Hosni Mubarak è "clinicamente morto" oppure "tecnicamente vivo". Fra queste due definizioni si sono alternate le concitate notizie sull'effettivo stato di salute dell'ottantaquatrenne ex presidente egiziano

Keystone (archivio)




IL CAIRO - L'ex rais egiziano Hosni Mubarak è "clinicamente morto" oppure "tecnicamente vivo". Fra queste due definizioni si sono alternate le concitate notizie sull'effettivo stato di salute dell'ottantaquatrenne ex presidente egiziano, trasferito di corsa ieri sera dalla prigione di Tora, dove è stato portato il 2 giugno dopo la sua condanna all'ergastolo, all'ospedale militare di Maadi dopo essere stato colpito da un ictus.

Il rincorrersi di notizie e smentite arriva a un giorno dall'atteso annuncio del nome del vincitore delle prime elezioni presidenziali del post Mubarak. Anche se da giorni il fratello Musulmano Mohamed Morsi dice di avere vinto in modo netto, dal campo opposto, quello del'ex premier sotto l'ex rais, Ahmad Shafiq, si risponde dicendo che il vincitore è lui.

È in questa atmosfera tesa e febbrile che arriva la notizia data dall'agenzia ufficiale di stato egiziana Mena della morte clinica dell'ex rais.

Non ha trovato conferme né fra il personale medico né fra i suoi avvocati e tantomeno fra fonti militari. Una fonte informata citata da Al Ahram online ha usato l'espressione "tecnicamente vivo" anche se non si è sbilanciata nel dire se Mubarak avrebbe superato la notte. "Solo poche persone conoscono le esatte condizioni di salute di Mubarak in questo preciso momento", ha affermato.

Al Ahram ha anche scritto che ai giornalisti è stato vietato l'ingresso all'ospedale. Non c'e modo di avere riscontri sulle condizioni di salute dell'ex rais, che da giorni i suoi avvocati davano in coma. Molti hanno pensato che fosse una mossa per fare uscire l'ex rais dalla prigione. Di più difficile lettura gli avvenimenti di questa notte, alla vigilia di un annuncio storico ma davvero pieno di incognite.

Queste le date più importanti dei trent'anni al potere in Egitto di Hosni Mubarak:

* 13 OTTOBRE 1981 - Mubarak viene eletto presidente della Repubblica, una settimana dopo l'assassinio del presidente Anwar Sadat da parte di integralisti islamici. In Egitto viene imposto lo stato d'emergenza, revocato solo venti giorni fa.

* 25-26 FEBBRAIO 1986 - Rivolta delle reclute della polizia che protestano per le loro condizioni salariali e sociali. 107 morti e oltre 700 feriti.

* 26 GIUGNO 1995 - Mubarak scampa ad un attentato ad Addis Abeba, rivendicato dal gruppo di fondamentalisti islamici Jamaa Islamiya. Nei suoi 30 anni al potere, il rais è scampato a sei attentati.

* 17 NOVEMBRE 1998 - Attentato a Luxor (Alto Egitto) rivendicato dalla Jamaa Islamiya: 68 morti, di cui 58 turisti stranieri.

* 17-18 OTTOBRE - Vertice israelo-palestinese a Sharm el Sheik alla presenza del presidente americano Bill Clinton. L'Egitto è stato il primo paese arabo a siglare la pace con Israele nel 1979.

* 28 SETTEMBRE 2003 - Mubarak annuncia misure di democratizzazione politica, sotto l'impulso del figlio Gamal, il cui ruolo in seno al Partito nazionale democratico, al potere, comincia a crescere.

* 9 NOVEMBRE-8 DICEMBRE 2005 - I Fratelli musulmani ottengono 88 seggi al parlamento su 454 e diventano la prima forza d'opposizione.

* 25 GENNAIO 2011 - Inizio delle rivolta di Piazza Tahrir contro il governo che ha fatto circa 800 morti e migliaia di feriti, secondo fonti ufficiali.

* 11 FEBBRAIO - Hosni Mubarak si dimette e lascia il potere all'esercito. Si ritira nella residenza di Sharm el Sheik.

* 19 MARZO - Gli egiziani votano 'si" ad un referendum sulla revisione della costituzione per una transizione rapida verso un nuovo governo eletto. * 12 APRILE - Mubarak ha un primo attacco cardiaco.

* 13 APRILE - L'ex rais e i suoi due figli Alaa e Gamal vengono messi in galera per 15 giorni.

* 16 APRILE - Il Partito nazionale democratico (al potere sotto Mubarak) si scioglie. * 6 GIUGNO - Il partito dei Fratelli musulmani, Libertà e giustizia, viene legalizzato.

* 28 NOVEMBRE - Prima fase delle elezioni legislative che va avanti fino a gennaio del 2012. Gli islamici guadagnano circa i due terzi del Parlamento, di cui circa la metà va ai Fratelli musulmani.

* 23-24 MAGGIO 2012 - Primo turno delle presidenziali. Il Fratello musulmano Mohammed Morsi e l'ex premier di Mubarak Ahmed Shafiq vanno al secondo turno.

* 31 MAGGIO - Fine dello Stato d'emergenza in vigore dal 1981.

* 2 GIUGNO - Mubarak e il suo ex ministro degli Interni Habib el Adli sono condannati all'ergastolo per l'uccisione degli oltre 800 manifestanti durante le rivolte.

* 14 GIUGNO - L'Alta corte costituzionale scioglie il Parlamento. I Fratelli musulmani gridano al colpo di stato militare.

* 16-17 GIUGNO - Secondo turno delle presidenziali, il cui risultato ufficiale deve essere annunciato domani, giovedì 21 giugno.

* 19 GIU - Mubarak viene dichiarato "clinicamente morto" dall'agenzia ufficiale di Stato Mena ma fonti dei militari e avvocati smentiscono.
 

&
Ultime
N° lista news:   10 |  25 |  50


Copyright © 1997-2014 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati - IMPRESSUM - SEGNALACI
Last Cache Update: 23.09.2014 20:23:07
Tutte le notizie in Svizzera del 23/09/2014 - 33 Notizie