Oggi in Finanza
News
Postfinance
NOTIZIA FLASH 
Trasmissione Live 

STATI UNITI

13/05/2011 - 10:10

E adesso Madoff vende il vino

Dopo la solenne ubriacatura di miliardi, va all’asta la collezione di bottiglie del truffatore americano per risarcire le vittime

Articolo di Luca Venturi




NEW YORK - Sta per essere battuta all’asta su Internet dalla casa Morrel and Company, il 18 maggio, la collezione di vini della cantina di Bernard Madoff, il truffatore americano condannato per una delle più grosse piramidi di carta finanziarie di tutti i tempi.
Il valore complessivo dei lotti sequestrati dall’US Marshals Service in due proprietà di Madoff è stimato in circa 15.000 dollari, ma, ovviamente, non ci saranno limiti alle offerte.

Sono in vendita vini di pregio, come il Chateau Petrus 1975 che viene stimato 700-1000 dollari a bottiglia, 12 bottiglie di Chateau Mouton Rothschild 1996, per un valore compreso tra i 3.200 e i 3.800 dollari, sei bottiglie del mitico Tignanello Antinori 1997 ($ 850-1,200), sei bottiglie di Chateau Beychevelle 1990 ($ 350-480), una bottiglia Chateau Cheval Blanc 1964 ($ 500-750) ma anche alcune bottiglie di Cinzano da 60 dollari, perché si è deciso di offrire tutti i vini, e non solo quelli particolarmente pregiati, che il furbo imbroglione non ha fatto a tempo a bersi alle spalle dei truffati, dato il loro interesse come curiosità, considerata la clamorosa storia del proprietario e le drammatiche vicende di cui è stato protagonista.

Bernard Madoff, 73 anni, ex presidente della borsa Nasdaq è stato condannato nel 2009 a 150 anni di carcere per una frode stimata tra i 23 e i 65 miliardi di dollari. Il ricavato dell’asta sarà versato all’United States Department of Justice che ha creato un apposito fondo per risarcire le vittime della colossale truffa.

In precedenza, nel 2009 era già stata liquidata la flotta di vetture di Madoff, tra cui Range Rover, Cadillac DTS, due Mercedes S550, una Mercedes GL450 e una Lexus, ma si trattava di auto in leasing, semplicemente restituite alle agenzie.

Invece, un altro truffatore delle’ piramidi’ finanziarie che aveva un’impressionante collezione di vetture è stato Jeffrey L. Mowen, arrestato a Panama per aver sottratto 18 milioni di dollari ai suoi clienti, sprecati anche per acquistare ben 300 veicoli. Tuttavia, ironicamente, si tratta di veicoli-truffa, non di originali, ma di repliche di Jaguar, Porsche, Ford, Shelby Cobra e una finta Lamborghini su telaio Pontiac Fiero. A questi bidoni si affiancano dozzine di moto Harley-Davidson, tra cui una replica del famoso chopper a stelle e strisce ‘Captain America’ costruito da Ben Hardy, reso celebre da Peter Fonda nel film Easy Rider.  Mowen aveva comperato anche macchine autentiche tra cui Dodge Charger, Plymouth Barracuda, due DeTomaso Pantera, una DeLorean e una Bentley Turbo R messe all’asta dalla casa Erkelens & Olson Auctioneers.
 

Red

Foto Internet

&
Ultime
N° lista news:   10 |  25 |  50


Copyright © 1997-2014 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati - IMPRESSUM - SEGNALACI
Last Cache Update: 25.04.2014 08:49:05
Tutte le notizie in Finanza del 25/04/2014 - 1 Notizie