Oggi in Finanza
News
Postfinance
NOTIZIA FLASH 
Trasmissione Live 

ZURIGO

16/04/2012 - 18:14

Borsa termina in crescita, SMI +0,87%





ZURIGO - Dati macro americani migliori del previsto riguardo le vendite al dettaglio in marzo hanno dato fiato nel pomeriggio ai listini della borsa svizzera. L'indice SMI dei titoli guida ha chiuso a 6124,91 punti, in progressione dello 0,87%. Sul mercato allargato, l'SPI ha guadagnato lo 0,58% a 5627,83 punti.

Ad imprimere ai listini un deciso balzo in avanti sono stati gli acquisti sui titoli difensivi. Roche è salita dell'1,91% a 160 franchi, Novartis dell'1,10% a 50,40 franchi e Nestlé dello 0,72% a 56 franchi. Gli analisti spiegano questi acquisti col desiderio di investire in valori sicuri, visto il riacutizzarsi dei timori in merito alla crisi del debito in Europa, specie in Spagna, paese che starebbe pensando ad un'ulteriore manovra di risparmio.

Giornata contrastata per i bancari. UBS ha terminato in discesa dell'1,30% a 11,37 franchi, mentre il Credit Suisse ha guadagnato lo 0,64% a 23,75 franchi e Julius Baer lo 0,34% a 35,11 franchi. Circa UBS, la procura di Parigi ha aperta un'inchiesta poiché sussiste il forte sospetto che la banca abbia aiutato cittadini francesi ad evadere il fisco. I reati contestati sono frode fiscale e riciclaggio dei proventi.

Quanto agli assicurativi, ZFS ha terminato in crescita dello 0,60% a 216,60 franchi e Swiss Re dell'1,23% a 57,60 franchi.

In aumento i titoli ciclici rispetto alla mattina. ABB ha chiuso in crescita dello 0,95% a 18,06 franchi, Adecco dello 0,14% a 44,26 franchi, mentre Holcim è rimasta invariata a 56,25 franchi. Dopo una prima parte di giornata in progressione, Transocean ha ceduto lo 0,56% a 44,15 franchi. Bene il lusso: Swatch segna un +1,26% a 425 franchi e Richemont un +1,98% a 56,70 franchi.

SGS (Société Générale de Surveillance) ha terminato praticamente invariata (-0,06% a 1735 franchi): il gruppo ginevrino attivo a livello mondiale nel settore della certificazione e dell'ispezione ha comunicato di aver rilevato Environ Cientifica Ltda, società brasiliana fondata nel 1991, che ha un centinaio di dipendenti e nel 2011 ha conseguito un fatturato di 7 milioni di franchi.

Sul mercato allargato, Kühne + Nagel ha perso il 9,5% a 107,8 franchi. Il gruppo attivo a livello mondiale nei settori dei trasporti e della logistica ha realizzato nel primo trimestre un utile netto di 67 milioni di franchi, il 56% in meno dello stesso periodo del 2011. Il fatturato è rimasto stabile a 4,83 miliardi (+0,3%, pari a +5,4% in valute locali). La flessione dell'utile è in larga parte da attribuire a una multa di 65 milioni di franchi inflitta dall'UE per infrazione della normativa sui cartelli. I mercati hanno reagito con delusione ai dati dell'azienda.



ATS
&
Ultime
N° lista news:   10 |  25 |  50


Copyright © 1997-2014 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati - IMPRESSUM - SEGNALACI
Last Cache Update: 24.11.2014 23:35:53
Tutte le notizie in Finanza del 24/11/2014 - 10 Notizie